Cinquee.it, il sito di compravendita servizi low cost a cinque euro



cinquee.it

vendi e compra servizi di vario genere a cinque euro

 

Cinque euro e ti ritocco la foto.

Cinque euro di faccio pubblicità sulla mia pagina facebook con migliaia di fan.

Cinque euro  e ti faccio per 15 minuti una consulenza online per i tuoi problemi con il computer o il sistema operativo.

Cinque euro e ti do la ricetta di una buonissima torta di mele o di una pizza low fat (con pochi grassi).

-------------
-------------

Cinque euro e ti scrivo un curriculum, o ti traduco il tuo curriculum in inglese.

 


Quante cose che si possono fare per cinque euro: basta far incontrare una persona che ha necessità di un servizio particolare e dall’altra una persona esperta, e il gioco è fatto.

Il sito cinquee.it serve appunto a questo: è un luogo di incontro virtuale per una compravendita di servizi di tutti i generi, divisi in categorie, dall’arte, al computer, dalla grafica al webdesign alle ricette, dalla scrittura alla pubblicità, passando per cose curiose come “Faccio quello che annuisce quando parli tu” oppure c’è la ragazza che fa finta di essere la tua ragazza quando la presenti ai tuoi genitori, oppure quello che va a trovare tua nonna al tuo posto, e altre assurdità simili. :-)
Insomma, battute e stranezze a parte, un sito per chi è alla ricerca di servizi online low cost, e si accontenta di un lavoro pagato poco, e magari di una qualità nemmeno troppo lontana di un ‘professionista’ che spara cifre a 1, 2 o 3 zeri.

GD Star Rating
loading...

2 pensieri riguardo “Cinquee.it, il sito di compravendita servizi low cost a cinque euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in curriculum, euro, pubblicità, ritocco, servizi, web 2.0
foto 3d feto
Gravidanza in 3d: il simulatore che ti fa vedere in 3d il tuo bimbo, settimana per settimana

foto tridimensionale feto   Le mamme di oggi sono mamme 2.0. Ora non hanno più...

Close