Salviamo Wikipedia e il business dei gruppi Facebook: 3 euro ogni mille fan



vendita pagina facebook business

Vendita di pagine Facebook

Muore un personaggio famoso. C’è un’intercettazione scandalosa, o una gaffe memorabile del vip di turno. C’è una sentenza giudiziaria controversa e scandalosa, o ancora una protesta politica, economica, sociale, umanitaria.

Questi che ho elencato sono solo alcuni eventi che ispirano l’apertura di un nuovo gruppo Facebook che diventa ben presto popolare.

Pensate solo agli eventi degli ultimi giorni.

Bastano poche ore e un pizzico di fortuna e si riescono ad avere tanti fan Facebook, grazie al fatto che la tematica del gruppo che si è creato incontra gli interessi di tante persone. Un esempio sono i vari gruppi dedicati alla protesta di  Wikipedia o di Nonciclopedia. Centinaia di migliaia di persone hanno aderito a tali gruppi, per essere solidali a siti che hanno rischiato la censura.

-------------
-------------
 


Ma una volta che il gruppo Facebook ha raggiunto migliaia o centinaia di migliaia di fan, che cosa succede? Nella maggior parte dei casi nulla, ma per altri gruppi Facebook si può raggiungere il sottile confine tra il lecito e l’illecito: il gestore del gruppo può rivolgersi a forum specializzati nella compravendita di domini, link e, appunto, pagine Facebook.

Sì, avete capito bene: chi ha una pagina Facebook con tanti fan può lucrarci sopra, e ‘vendere’ i propri fan ad altre persone, che sostituirebbero il vecchio amministratore della pagina. L’interesse è alto, perché pagine con tanti utenti iscritti sono pagine che raggruppano potenziali clienti e destinatari di pubblicità. E pubblicità uguale soldi.

Un tariffario vero e proprio non c’è, ma suppergiù, come scrive il giovane esperto seo Markian sul suo blog (e da cui è tratta la foto ad inizio articolo, con l’annuncio di vendita di pagine facebook con decine di migliaia di fan), ogni 1000 fan si possono avere 3 euro.

Per fortuna, le cose stanno cambiando in meglio, e Facebook ha introdotto un nuovo indicatore, al di sotto del numero dei fan:  si tratta delle ‘persone ne parlano’, parlano della pagina Facebook ovviamente;  dunque con questa funzionalità FAcebook vuole indendere e specificare il numero dei fan ‘attivi’, quelli che hanno commentato o partecipato attivamente al gruppo. Dunque sarebbe inutile vendere pagine che hanno un elevato numero di fan ma che, nell’ultima settimana, hanno un bassissimo numero di fan attivi.

Comunque sia, in generale, pensateci la prossima volta che volete aderire ad un gruppo Facebook basandovi sulla scia dell’emotività per una vicenda o per una moda del momento, e sappiate che, forse, quel gruppo Facebook ha solo la subdola intenzione di accumulare più fan possibile per guadagnarci sopra.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in facebook, novità facebook, pubblicità, tariffe
nonciclopedia riapertura
Nonciclopedia riapre, e Vasco promette di ritirare la querela

Alla fine tutto bene quel che finisce bene, o così pare. La vicenda della querela...

Close