Velocizzare WordPress: wp super cache non basta, ci vuole anche la cache per i widget



 aumentare velocita wordpressPlugin wordpress per diminuire i tempi di caricamento pagine e rendere più veloce WordPress

Chi ha un blog su WordPress (o in generale usa un qualunque cms) sa benissimo che purtroppo, i tempi di caricamento della singola pagina sono influenzati dal fatto che occorre generare una quantità veramente notevole di query al database: le pagine e gli articoli, infatti, sono generati dinamicamente, tramite il ricorso a varie funzioni.

Per rendersene conto, basta andare a vedere ad esempio il codice sorgente di single.php (ovvero quella che viene richiesta quando si deve visualizzare un singolo post del blog): solo per citare alcune funzioni, c’è quella che fa visualizzare il titolo, quella che elenca i tag, quella che elenca le categorie del post, quella che mostra il numero dei commenti, quella che mostra la data di creazione del post, quella che mostra l’autore, ecc. Per non parlare dei richiami ad altre pagine del template, come quella dei widget, del footer (piè di pagina) e dell’header (la testata).

Insomma, capiamo che generare di volta in volta delle pagine in questo modo può essere molto dispendioso, e rallenta di molto i tempi di caricamento della pagina (che possono essere verificati e misurati dai siti di cui ho parlato qui).

Per cui, è necessario ricorrere a plugin per velocizzare WordPress.

Uno di questi è Wp Super Cache, o in generale plugin per la cache di WordPress (di cui ne ho già parlato brevemente qualche articolo fa, al punto n° 5 ), che praticamente generano, nel momento in cui un visitatore richiede una pagina del sito, la versione statica della pagina (in html puro, ovvero quella che viene inviata tramite il protocollo http al browser ), e ne conservano una copia in una cartella (la cache, appunto), e dalla quale ripescheranno il file statico nel momento in cui verrà richiesta nuovamente quella stessa pagina.

-------------
-------------

Dunque, dalla seconda volta in poi che viene richiesta una certa pagina, verrà inviato dal server la copia statica, senza interrogare il database per generarla. Risultato: la pagina verrà inviata molto più velocemente di prima!

Alcuni plugin (come Wp super Cache) generano una super cache, ovvero generano i file statici PRIMA, in via preventiva, in modo tale che già dalla prima volta in cui un visitatore voglia vedere una pagina, questa venga pescata dalla supercache, anzichè creata dinamicamente e poi messa nella cache ‘classica’. In tale modo si velocizzano i tempi di caricamento delle pagine, ma viene richiesto uno spazio aggiuntivo, per contenere i file della cache.

Ma tutto ciò che abbiamo detto finora può non bastare a rendere più veloce WordPress.

In altre parole, con il plugin Super Cache è pur vero che si genera la cache delle pagine del blog (pagine, post singoli, archivio per data, archivio per tag, archivio per categorie, home page, ecc.) però NON si risolve il problema della generazione dinamica dei widget.

 


In altre parole, la parte della singola pagina che NON è widget, viene messa in cache, ma per i widget si deve interrogare il database, facendo perdere tempo al visitatore che vuole caricare la pagina stessa.

Dunque, OLTRE ai plugin come Wp Super Cache, occorre ANCHE avere un plugin per la cache dei widget.

Ciò che fa al caso nostro è wp widget cache, scaricabile dal sito ufficiale di WordPress http://wordpress.org/extend/plugins/wp-widget-cache

Dopo averlo installato e attivato, nel pannello di controllo di WordPress, sotto ‘impostazioni’, apparirà una nuova voce, “WP Widget Cache”, che una volta cliccata, ci permetterà di scegliere tra 3 opzioni: abilitare o meno il plugin, abilitare o no le opzioni di rinnovo della cache quando cambiano tag, categorie o post e infine l’abilitazione o meno delle opzioni avanzate (possibilità di mettere la cache solo per alcuni utenti e altri no, per alcuni browser e altri no, ecc.).

wp widget cache impostazioni

Io lascerei le cose così come sono di default (prime due impostazioni flaggate e l’ultima no). A questo punto occorre andare sui widget (dal pannello di controllo: Aspetto – Widget) e lì, su ognuno dei widget, in alto appariranno delle nuove opzioni, come si può vedere dalla foto qui in basso.

La prima opzione è il tempo dopo il quale la cache del widget andrà in scadenza e dovrà essere rinnovata (nell’esempio è 8000 secondi).  Cliccando su ‘delete’ verrà cancellata la cache corrente del widget in questione.

L’altra impostazione, che prevale sulla precedente, è l’indicazione del rinnovo automatico della cache nel momento in cui si aggiornano le categorie, oppure i commenti, i link, i post e i tag. Chiaramente, per il widget degli ultimi commenti (nell’esempio dell’immagine sopra), si ha la necessità di mostrare gli ultimi commenti, per cui l’eventuale cache di tale widget andrà sostituita nel momento in cui ci sarà un nuovo commento (dunque si è messo il flag su ‘comment’). Analogamente, per widget che mostrano gli ultimi post, andrà messo il flag su post (in questo modo, quando si scrive un nuovo post la vecchia cache sarà cancellata e il cambiamento recepito), ecc. ecc.

Inutile sottolineare che l’utilizzo combinato del plugin Wp Super Cache e del plugin Wp Widget cache abbassa notevolmente il tempo di caricamento delle pagine web in WordPress, dunque vi consiglio di installarli entrambi.

GD Star Rating
loading...
Velocizzare WordPress: wp super cache non basta, ci vuole anche la cache per i widget, 10.0 out of 10 based on 1 rating

2 pensieri riguardo “Velocizzare WordPress: wp super cache non basta, ci vuole anche la cache per i widget

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... cache, plugin wordpress
plugin wordpress backup database file
Plugin wordpress per l’ottimizzazione e backup del database e dei file: backwpup

ottimizzare il database Wordpress e fare il backup di db e file: il plugin wordpress...

Chiudi