Tassa su animali del governo Monti e l’uomo che partorisce Eva, le notizie false di Facebook



Da qualche giorno stanno circolando su Facebook due notizie che destano molta curiosità e indignazione.

La prima riguarda una ipotetica tassa sugli animali che vuole emanare il governo Monti, ossia far pagare dei soldi a proprietari di cani, gatti e altri animali domestici, considerati ‘beni di lusso’.

Ecco il testo integrale della catena di Sant’Antonio.





“CI MANCAVA SOLO QUESTA: Il governo Monti sta emanando nuove leggi da approvare, una tra le quali la legge sugli animali domestici. Ogni famiglia dovrà pagare una tassa su ogni animale domestico in quanto il signor Monti li definisce BENI DI LUSSO, non beni affettivi. La ringraziamo, professor Monti, perche in questo modo, lei sarà complice dell’aumento degli abbandoni, delle uccisioni, e della sofferenza di tante povere bestie, che o saranno abbandonati da chi non puo permettersi ulteriori spese, o che non verranno mai e poi mai adottati da un canile. COPIA E INCOLLA”

 

Non so quale mente malata abbia partorito questa oscenità, probabilmente un accanito fan berlusconiano che ce l’ha a morte con il nuovo governo tecnico presieduto da Monti, ma l’equazione Monti= più tasse = più problemi economici = rimpiangerete Silvio è di facile attuazione su un terreno come Facebook.

Comunque sia, ovviamente, il provvedimento della tassa sugli animali è palesemente falsa. Spiegazioni tecniche e approfondimenti sul sito dello smascheratore ufficiale di bufale, Paolo Attivissimo, ma non c’era comunque bisogno del suo articolo per capire che un provvedimento del genere non sarebbe fattibile.

Un’altra notizia falsissima, che ha destato ilarità, imbarazzo e scandalo, è il ritaglio di giornale con la foto del ‘mammo’, l’uomo che partorisce.

notizia gravidanza uomo facebook bufala

Si vede un uomo disteso sul lettino, in posizione ginecologica (ovvero a gambe aperte) e che è circondato da un team di medici, e una dottoressa stringe fra le braccia un neonato. Sopra, il titolo “il primo ‘mammo’ ha dato alla luce Eva.

Ho letto commenti di tutti i tipi, e molti ci credono. Saranno stati influenzati dal film ‘Junior’ con Arnold Schwarzenegger nei panni di un ricercatore che sperimenta su se stesso la gravidanza, riuscendo a partorire?

In questa pagina si riporta la notizia, datata ottobre 2011, prendendola con le pinze data l’assurdità dell’evento.

http://grandtour.m.libero.it/m/grandtour/d/8262/il-primo-mammo-ha-dato-alla-luce-eva/eead991f42f5f12268f5e5f8c2789527

 

Sta di fatto che la foto circola sul web da anni. Vi do un elenco di siti che hanno messo la foto:

http://yfca.bloguje.cz/24154-bojim-se-porodu.php  (2004)

http://www.ganges.com/a_woman_dream_about_man_p38732/

http://justmyworld.over-blog.fr/article-13657883.html (2007)

http://barkingowl.com/learning/2005/04/06/if-men-had-babies-3/ (2005)

 

E l’elenco potrebbe continuare, ma si tratta comunque di siti satirici che mettono foto buffe sul Web.

Uno dei siti più seri che ho trovato, riporta la foto del ‘mammo’ a corredo di un articolo (in russo) che disquisisce sull’opportunità o meno di far assistere all’uomo nella sala parto.

foto uomo in sala parto che partorisce

Inutile aggiungere che quando si è bravi con Photoshop (e in generale col pc) si può far credere di tutto, al popolino di Facebook.

 

Aggiornamento 28 novembre: come segnala il blog Il Nichilista, anche la Moratti ci è cascata, o meglio il responsabile della pagina ufficiale di Facebook di Letizia Moratti, ex sindaco di Milano, che ha creduto alla notizia, pubblicando le testuali parole:
Circola voce che il governo Monti stia pensando ad una legge sugli animali domestici che saranno inseriti nel redditometro. Sembra che ogni famiglia dovrà pagare una tassa su ogni animale domestico definito come “bene di lusso” e non come “bene affettivo”. Attraverso la rete vorrei lanciare un appello perché questo provvedimento non si realizzi. Si tratta di una misura ingiusta che rischia di favorire il randagismo, fermare le adozioni e incentivare gli abbandoni. Accogliere in casa un animale è un atto d’amore. Per alcuni prendersi cura dei nostri amici animali è addirittura un modo per affrontare la solitudine. Pensiamo ai tanti anziani che, rimasti soli, beneficiano della compagnia di un cane o di un gatto. Invito tutti gli amici a fare passaparola: DICIAMO NO AD UNA TASSA SUGLI ANIMALI!

 

GD Star Rating
loading...