Rednoze, lo spray per imbrogliare all’alcool test? Guerrilla marketing per sensibilizzare contro la guida in stato d’ebbrezza



rednoze, spray per imbrogliare all'etilometroSpray per superare l’alcool test: rednoze

 

Bere alcoolici ha, da sempre, avuto molto appeal fra i giovani (e non solo). Peccato che poi, dopo la serata alcoolica, occorre mettersi alla guida per tornare a casa. E lì c’è il problema: il controllo all’etilometro dopo essere stati fermati dai carabinieri.

La soluzione più intelligente, e l’unica che dovrebbe essere attuata, dovrebbe essere quella di far guidare un amico sobrio, oppure di evitare di bere molto e aspettare finchè il corpo assimila l’alcool ingerito e si è nelle condizioni fisiche (e legali) di potersi mettere al volante senza creare pericolo per sè e per gli altri.

Ma evidentemente tale soluzione non viene sempre messa in atto, per cui si cerca sempre di trovare metodi alternativi per superare la prova del palloncino.

C’è chi beve molta acqua, chi si mette in bocca 4 o 5 chewing gum, e poi c’è chi compra e usa i prodotti ‘miracolosi’, o spacciati come tali, per poter risultare sobri anche se si è ubriachi persi: sostanze che annullano il tasso alcoolemico nell’aria espirata, anche se poi molti (o tutte) di questi intrugli non hanno alcuna conseguenza, se non quella di far alleggerire il portafoglio.

L’ultima scoperta è rednoze. Uno spray che servirebbe  per “controllare e abbattere il livello di tossine di etanolo contenute nei polmoni, con effetto immediato e sicuro.”

-------------
-------------

Il video sembra molto molto convincente: una serie di giovani fuori la discoteca viene filmato mentre viene sottoposto all’etilometro. Tutti valori altissimi, molto oltre lo 0,50, roba da ritiro immediato della patente e sequestro dell’auto.

Poi, basta due spruzzi del rednoze e subito si è sobri: la prova del palloncino segna zero, anche se nel sangue continua ovviamente ad esserci alcool, ma la patente è salva.

Se esistesse davvero, forse sarebbe il prodotto più venduto dell’anno.

In realtà il RedNoze non esiste. E’ solo una stupenda trovata pubblicitaria (in gergo si dice ‘guerrilla marketing’) per sensibilizzare sul problema della guida in stato d’ebbrezza e delle sue letali conseguenze. A svelare tutto è sicurauto.it che ci spiega il vero motivo di questo falso prodotto miracoloso per imbrogliare i carabinieri e non farsi ritirare la patente: raccogliere dati statistici (tramite un questionario) sul consumo di alcool fra i giovani, e cercare di capire per quale motivo un prodotto così, se esistesse, avrebbe largo successo.

Alla fine, l’agenzia pubblicitaria che si è occupata di questa campagna marketing, ha diffuso i dati del questionario:  91% degli interessati al Rednoze sono uomini e il 67% dichiara di non essere stato sottoposto negli ultimi tre mesi ad alcun alcol test.

Il 33% consuma alcool per la maggior parte in casa, mentre gli altri lo fanno per lo più in locali o discoteche.

Video:

Il messaggio positivo, dunque, di questo esempio di guerrilla marketing è semplice: non esistono metodi per poter imbrogliare ed eludere l’etilometro. Prima di guidare, non bisogna bere.

GD Star Rating
loading...
Rednoze, lo spray per imbrogliare all'alcool test? Guerrilla marketing per sensibilizzare contro la guida in stato d'ebbrezza, 5.5 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... alcool, campagna sociale, etilometro, marketing, medicina, rednoze
corrente per un ospedale dalla birra
L’ospedale che funziona grazie alla birra

corrente per un ospedale dalla birra: video In America sono sempre avanti, questo lo dico...

Chiudi