Mozzarelle blu a Frosinone, allarme in Ciociaria tra consumatori e agricoltori



mozzarelle blu a frosinonemozzarelle blu sequestrate a Frosinone

E’ allarme in Ciociaria dopo la segnalazione di un nuovo caso di mozzarelle blu. Ci sono stati sia ieri che oggi dei sequestri da parte della polizia di intere partite di mozzarella in un due diversi supermercati di Frosinone.

I provvedimenti sono scattati dopo la denuncia di un’insegnante residente a Torrice, nel Fruscinate. L’uomo aveva comprato della mozzarella lo scorso 30 dicembre e lo aveva conservato in frigorifero. Al momento di aprire la confezione, l’orripilante scoperta: la mozzarella aveva assunto una strana pigmentazione blu.

Oggi sara’ chiesto l’intervento della Asl di Frosinone per esaminare le confezioni sequestrate e capire l’esatta provenienza delle mozzarelle.

“Stiamo controllando altri supermercati della provincia – ha detto il questore di Frosinone Giuseppe De Matteis – e stiamo sequestrando le mozzarelle che appartengono alla marca sospetta. Al momento non siamo in grado di dire quale sia la causa di questo colore blu che si presenta all’apertura del sacchetto”.

Gli agricoltori ciociari, al diffondersi della notizia, si sono ovviamente allarmati, e hanno affidato ad una nota di Alessandro Salvatori, presidente della confederazione italiana agricoltori, tutte le loro preoccupazioni.

-------------
-------------
 


‘Subito la normativa sulla provenienza dei prodotti e l’istituzione di un tavolo di crisi per gestire questa emergenza. Non possiamo perdere altro tempo. I consumatori chiedono certezze e il nuovo allarme risuonato a Frosinone non può essere lasciato cadere nel vuoto”.

Sull’allarme mozzarella blu si è espresso anche Ettore Togneri, vicepresidente vicario della Cia di Frosinone: “Non vorrei che questi episodi fornissero a qualcuno il pretesto per applicare un unilaterale deprezzamento del latte alla stalla. Sarebbe una misura scellerata e dagli esiti infausti per le migliaia di piccole aziende di allevamento ciociare e pontine che, sebbene piegate dalla crisi, continuano ad assicurare qualità e sicurezza dei prodotti. Chiediamo alle autorita’ sanitarie e istituzionali l’apertura immediata di un tavolo di crisi per gestire questi nuovi allarmi. Voglio invitare i consumatori ad acquistare abitualmente prodotti del nostro territorio, che rispondono ad elevatissimi criteri di sicurezza alimentare”.

Il caso delle mozzarelle blu esplose in Italia per la prima volta nel giugno 2010, quando nel Torinese vennero sequestrate 70 mila confezioni di mozzarelle che diventavano blu dopo essere state aperte. Si trattava di latticini tedeschi.
In seguito, altre segnalazioni si erano ripetute in tutta la penisola e l’allora ministro della Salute, Fazio, aveva invitato gli italiani a controllare con scrupolosità le date di scadenza.

[fonte articoli: rainews24.it , ansa.it, agi.it, ilsecoloxix.it]

 

 

Aggiornamento 11 gennaio 2011: il responsabile della colorazione blu nelle mozzarelle è il batterio Pseudomonas fluorescens, rilevato tramite la lampada di Wood sulle confezioni sequestrate.

Il batterio attacca la principale proteina del latte, la caseina, producendo le pioverdine, ovvero le pigmentazioni fluorescenti che hanno causato l’allarme. Il batterio è largamente presente in natura ma non è nocivo per la salute umana, tranne nei soggetti immunodepressi.

 

 

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in formaggio, frosinone, mozzarella, mozzarella blu, notizia del giorno
morto giorgio bocca
E’ morto Giorgio Bocca

Giorgio Bocca è morto E' morto oggi, nel giorno di Natale, nella sua casa a...

Close