Plugin WordPress per gestire i post programmati facilmente, come in un calendario drag e drop



calendario wordpress

gestione semplice degli articoli WordPress da pubblicare in futuro: Editorial Calendar e Edit Flow

Aggiungere un nuovo plugin in WordPress è sempre un’operazione che molti evitano, perchè tende a rallentare il sito.

C’è sempre una lotta tra mantenere il proprio blog ‘snello’ e veloce (evitando magari di installare plugin scritti male), e dall’altra parte cercare di aggiungere funzionalità nuove che magari rendano il nostro sito web più completo, più user friendly, più appetibile per i visitatori.





Oppure che ci permettano di effettuare delle stesse azioni in minore tempo, come nel caso del plugin Editorial Calendar, che abbiamo già visto rapidamente nell’elenco dei migliori plugin wordpress.

Se abbiamo un blog WordPress multiautore, o un blog che semplicemente aggiorniamo spesso, anche più volte al giorno, questo plugin è senz’altro indispensabile perchè permette di avere una visione rapida dei post programmati.

Di default (cioè senza Editorial Calendar), in WordPress per poter programmare gli articoli da pubblicare in futuro dobbiamo andare in Articoli  e poi cliccare su ‘programmati’. Lì si apre una lista (piuttosto scarna ed essenziale, e diciamolo, bruttina) degli articoli e troviamo nell’ultima colonna (quella più a destra) le date di programmazione. Per sapere l’orario della futura pubblicazione di un singolo articolo, occorre passare col mouse sopra la data stessa.

Per cambiare l’orario o spostare un post da un giorno all’altro, si dovrebbe cliccare sulla scritta ‘modifica veloce’, che appare passando sopra col mouse sul titolo dell’articolo, come si può vedere dalla foto qui sotto:

articoli programmati wordpress

Una volta cliccato su ‘modifica veloce’, apparirà un form in cui cambiare ora o data di pubblicazione, aggiungere tag, decidere categorie del post.

La cosa sembra semplice ma quando si ha davanti un elenco lungo di post da programmare è davvero da impazzire.

Mi è capitato nel passato, per disattenzione, di pubblicare due articoli contemporaneamente, o di spostare all’indietro (anzichè avanti) la pubblicazione di post e bozze.

 

 

EDITORIAL CALENDAR, il calendario drag e drop per gli articoli

editorial calendar wordpressScaricando e installato il plugin gratuito Editorial Calendar ( http://wordpress.org/extend/plugins/editorial-calendar/ ) le cose cambiano senz’altro.

Sotto il menù ‘articoli’ compare una nuova voce, Calendar, come si può vedere dalla foto qui a fianco.

Cliccandoci sopra, si vedranno i post da pubblicare in futuro, organizzati come in un calendario.

Con il drag e drop, cioè cliccando sul titolo di un post e mantenendo il mouse cliccato si può spostare facilmente da un giorno ad un altro un articolo, e così in pochi attimi riprogrammare svariati articoli, senza fatica.

Dalla stessa interfaccia si può anche decidere la pubblicazione delle bozze.

 

Si può testare dal vivo il funzionamento del plugin andando qui e loggandosi con nome utente ‘test‘ e password ‘test‘.

 

 

 

EDIT FLOW, per gestire in modo completo il lavoro in un blog multiautore

Un plugin WordPress con funzionalità simili  è Edit Flow (http://wordpress.org/extend/plugins/edit-flow/ ), che consiglio di installare solo se avete sotto di voi vari collaboratori e autori che scrivono per il vostro blog.

Il plugin è molto ricco e con tante funzioni. Oltre al calendario (però funzionante solo con le bozze, ma non con i post di cui si è già decisa la programmazione futura, i quali rimangono ‘fissi’ e non si possono riprogrammare con il drag e drop), ci sono numerose altre funzioni, come se fossero vari plugin in uno solo:

Custom Status, cioè consente di specificare oltre opzioni di stato dell’articolo oltre ai soliti ‘ bozza’, ‘programmato’ o ‘in attesa di revisione’. Utile per specificare all’amministratore quali post necessitano di essere ricontrollati, modificati, ecc.

Editorial Comments, che permette una discussione privata tra i collaboratori, nel pannello di controllo di WordPress, tramite commenti ovviamente non visibili all’esterno.

Editorial Metadata, per impostare delle specifiche (che non verranno pubblicate nell’articolo finale) ad un post, per migliorare il lavoro dei vari collaboratori. Ad esempio con una semplice checkbox si potrà specificare se un articolo ha bisogno di una foto, ecc.

Notifications, per avvertire in tempo reale se c’è un nuovo commento (Vedi Editorial Comments), un nuovo articolo con lo status ‘pending’, cioè da verificare e approvare, se ci sono comunicazioni dall’amministratore, ecc. ecc.

Story Budget, un sistema di filtraggio dei post più avanzato di quello tradizionale, che tiene conto anche degli status personalizzati e dei metadati aggiunti

User Group, quando la classica suddivisione degli utenti WordPress (amministratore, editore, autore, collaboratore, sottoscrittore) non basta più, e si vuole specificare meglio l’organizzazione dei ruoli tra lo staff.

GD Star Rating
loading...