Bancoposta dà il 4% di interesse, ma solo se hai tanti soldi sul c/c


bancoposta interessi 4 per centoConto Bancoposta 4% di interesse nel 2012: ma c’è la fregatura?

In tempi di crisi, molti italiani assottigliano i propri risparmi in banca. I fortunati che possono disporre di tanta liquidità, cercano di farla fruttare, per cui (giustamente aggiungerei io) evita di trattenere soldi in conti correnti infruttiferi come quello di Bancoposta, che da lo ZERO per cento di interesse.

Le alternative ci sono, come i conti deposito o anche i titoli di Stato. E tenuto conto che una larga fetta dei soldi di correntisti di Bancoposta sono proprio investiti in titoli di Stato, che ultimamente stanno avendo rendimenti discreti, non si capisce proprio perché le poste non riescano a dare interessi attivi sui conti correnti dei clienti.

Un altra tipologia di prodotti delle Poste italiane, ovvero i buoni fruttiferi (i sempreverdi strumenti semplici per far fruttare il proprio denaro) che negli ultimi mesi del 2010 era arrivato a toccare il minimo (appena 1,50% di interesse annuo netto se non si toccano i buoni per 20 anni), ora è arrivato a cifre quantomeno al limite dell’accettabilità (tassi d’interesse di dicembre 2011: 2,40% lordo il primo anno, e poi a salire fino al 7%, lordo, che corrisponde al 4,29% di remunerazione annua netta se non si ritirano i soldi prima di 20 anni).

-------------
-------------

Insomma, tutto questo per dire che comunque è impensabile chiedere soldi a clienti e non dare loro una qualche, seppur minima, remunerazione.

Da qui la campagna promozionale degli interessi su conti Bancoposta al 4%: a caratteri cubitali vediamo la cifra allettante, che però effettivamente nasconde una miriade di clausole.

Innanzitutto la limitazione dell’offerta: il tasso del 4% viene applicato solo per il 2012.

A chi conviene: solo a chi ha tanti soldi sul proprio conto Bancoposta. Infatti il 4% viene applicato solo alle cifre che eccedono la quota di 3000 euro. Dunque, se avete 3200 euro, vi sarà riconosciuto il 4% solo su 200 euro.

Inutile fare i furbi: se avete più conti Bancoposta, e provate a metterli tutti su un unico conto, in modo da superare la soglia di 3000 euro, non vi daranno un centesimo di interesse. Gli interessi vengono corrisposti sulle eccedenze della giacenza media rispetto a 3000 euro, generate da nuova liquidità.

La concorrenza è agguerrita, basti solo pensare che il conto corrente Arancio (tanto per fare un esempio), pur non dando interessi attivi, non fa pagare bollettini e bonifici e molte altre operazioni (che sono invece a pagamento sul Conto Bancoposta) e persino  l’imposta di bollo di 34,20 euro è gratuita (se mantieni almeno 3000 euro sul conto).

Video:

Fatevi voi due conticini: Bancoposta conviene o no?

GD Star Rating
loading...
Bancoposta dà il 4% di interesse, ma solo se hai tanti soldi sul c/c, 8.1 out of 10 based on 14 ratings

32 pensieri riguardo “Bancoposta dà il 4% di interesse, ma solo se hai tanti soldi sul c/c

  • 31 gennaio 2012 in 16:17
    Permalink

    Ma vai a farti un giro sul web, tanto per usare parole civile che, a mio modestissimo avviso, l’autore dell’articolo non si meriterebbe manco fosse il papa, e vieni a dirmi quale conto corrente, sia tradizionale che online, riesca attualmente ad offrire più di quanto riesca oggi a fare BancoPosta. L’ISC (sempre che tu sappia cosa diavolo mai possa voler significare la codesta cifra) del BancoPosta Click, qualunque profilo di operatività si abbia, è pari a zero.

    L’imposta di bollo, come chiunque dotato di un’intelligenza compresa tra quella di uno scaldabagno e un vaso da notte, è dal 1° gennaio 2012, per giacenze medie inferiori ai 5.000 euro, praticamente inesistente.

    C’è il trucco e l’inganno, è vero, ma tu dimmi quale contratto non li nasconda, tra le mille pieghe delle invisibili clausole vessatorie.

    Risposta
    • 31 gennaio 2012 in 16:42
      Permalink

      A parte che parlavo di Bancoposta tradizionale e non Bancoposta Click, qua si parlava nella fattispecie di interessi, non di costi complessivi. Se uno ha una somma ma non fa operazioni tipo bonifici ecc. qual è la convenienza di un conto INFRUTTIFERO come il Bancoposta?
      Se sei contento del Bancoposta buon per te. Ma il sottoscritto rimane dell’opinione qui sopra: mai e poi mai mi rivolgerei a Bancoposta se avessi un gruzzoletto. Stop.

      Se poi vogliamo parlare anche di altri aspetti legato alla tua amatissima BAncoposta, tipo il fatto che moltissimi negozi non accettano la Maestro… :-)

  • 18 febbraio 2012 in 20:04
    Permalink

    ma se io trasferisco il soldi dal mio libretto di risparmio postale al conto corrente postale bancoposta ho diretto al tasso promozionale del 4%? ho dei dubbi mi volete aiutare?

    Risposta
    • 18 febbraio 2012 in 20:34
      Permalink

      S parla effettivamente di ‘nuova liquidità’, per cui sarei portato a dirle che il discorso non vale per i trasferimenti da libretto.

      Però dalle Faq di Bancoposta, il librettonon viene menzionato.
      Il patrimonio risulta composto:
      – dalla somma delle giacenze medie dei conti correnti BancoPosta (sia monointestati, sia cointestati) afferenti al cliente (includendo anche il prodotto Time Deposit, qualora sia stato sottoscritto);
      – dagli investimenti in prodotti del Gruppo Poste Italiane, ovvero Obbligazioni BancoPosta e Polizze Poste Vita (Ramo I e Ramo III) valorizzate entrambe al valore nominale e Fondi BancoPosta SGR sulla base delle quote possedute.

      Dunque sembrerebbe possibile che se uno ha un libretto possa fare il versamento e sia valido. Ma comunque la invito a chiedere informazioni ad uno sportello alle poste, per maggiore chiarezza.

  • 30 luglio 2012 in 14:11
    Permalink

    Nel 2001 non accettavano la Maestro, oggi è “leggermente” diverso.
    Chiunque dei miei conoscenti sia passato a Poste Italiane, è soddisfatto della scelta e mai tornerebbe indietro a farsi spillare questo e quello dalla precedente banca. Chiunque.
    Poi beh, se vogliamo denigrare Bancoposta a prescindere, prego.

    Risposta
    • 30 luglio 2012 in 14:38
      Permalink

      Sono contento che qualche evoluzione c’è stata nel frattempo, ma nelle piccole città ancora sono un po’ restii ad accettarla. Lungi da me denigrare le poste, o meglio, il Bancoposta.

  • 1 agosto 2012 in 11:27
    Permalink

    Oggi 1 agosto 2012 apro on line il mio conto banco posta sorpresa!pur avendo una liquidita’ elevata mi accorgo che la mia fiacenza media e’ zero solo perche’ il movimento effettuato dal 1 luglio al 30 luglio tra versamenti e prelievi si equivalgono.Secondo l’offerta 4% per il mese di luglio il tasso e’ zero.Si comincia a capire quanti tranelli e difficolta’ di interpretazione offriva l’offerta nella non chiarezza del regolamento.A fine anno pur consapevole di un aumento della liquidita’ a mia disposizione non mi ritrovero’ con il 4% ma forse co l’1%,se il regolamento fosse stato piu’ chiaro forse nessuno sarebbe stato allettato da questa pseudo offerta.

    Risposta
  • 1 agosto 2012 in 11:54
    Permalink

    gli interessi a tutt’oggi accreditatemi su una cifra superiore a 35000 euro e’ 366 euro lordi dov’e’ finito il 4%? Qualcuno sa essere molto piu’ chiaro sul regolamento? Attendo risposta

    Risposta
    • 1 agosto 2012 in 12:46
      Permalink

      Francesco, ti ringrazio del tuo commento ma non so risponderti, anche perchè non sono riuscito a trovare le condizioni contrattuali di questa opzione del 4% Bancoposta (nell’articolo avevo inserito un link ma poi sul sito delle Poste, una volta decaduta l’offerta, hanno cancellato la pagina).

      Ho trovato solo questo
      http://www.poste.it/bancoposta/contoecarte/opzione_deposito.html
      peraltro già scaduto

  • 10 agosto 2012 in 10:15
    Permalink

    Ieri ho ricevut da poste italiane comunicazione che mi avrebbero dato il 4% su tutte le somme versate entro il 31 12 2012 al di la’ dell’offerta.Aspettero’ il 31 dicembre vi daro’ notizie.P.S sara’ ver0?

    Risposta
    • 10 agosto 2012 in 12:12
      Permalink

      Sì anche io ho ricevuto questa comunicazione. Il calcolo da fare non è certamente il 4% però, perchè il 4% è il tasso annuale LORDO. Ovvero occorre riportarlo sul periodo dei mesi in cui è valida l’offerta, e togliere dal risultato la ritenuta

  • 4 settembre 2012 in 15:55
    Permalink

    Oggi 4 settembre 2012.E’ vero che le sorprese si trovano nell’uovo di pasqua,io invece le trovo ogni mese sul famoso 4% conto banco posta.Mi spiego meglio,su un movimento di circa 15000 euro nel mese di agosto, mi ritrovo con una giacenza media di circa 2000 euro in piu’ rispetto a luglio.Non avevano detto piu’ versi e piu’ aumenta la giacenza media e piu’interessi avrai?Sono curioso di cosa avverra’ a dicembre,comincio a pensare che mi rivolgero’ ad un legale per pubblicita’ ingannevole e per non essere state rispettate le norme contrattuali.

    Auguri a tutti coloro che si trovano nelle mie condizioni ciao
    Francesco

    Risposta
  • 26 novembre 2012 in 13:04
    Permalink

    Parlare e facile ma vorrei sapere da voi le banche cosa vi ha dato di interesse sul vostro conto cosa vi da di più rispetto al banco posta ,anche se dite che e una fregatura vi consiglio di farvi i conti annuali sul vostro conto con la banche, e poi mettetelo a confronto con quello del banco posta ,io vi parlo per esperienza anzi vi posso dire di piu che sono stato truffato dalle banche un po di anni fa mi hanno fatto investire con tranello i miei risparmi il mio TFR in investimento a rischio e con avvocati e causa me li hanno restituiti ricordate la( banca 121 ),da tempo ho il mio conto sul banco posta e mi trovo benissimo e risparmio tanti soldi .

    Risposta
    • 26 novembre 2012 in 15:21
      Permalink

      Ti ringrazio Elio della tua opinione, e sono contento che ti trovi bene con Bancoposta, ma io rimango della mia idea: una qualsiasi banca deve dare un minimo di interessi attivi. Lasciando perdere offerte temporanee, Bancoposta (conto corrente tradizionale, non quello online) da ZERO interessi.

  • 11 dicembre 2012 in 19:38
    Permalink

    COMMENTO RECUPERATO DOPO TRASFERIMENTO DEL BLOG SU ALTRO SERVER:
    ho letto con interesse le vostre critiche ed approvazioni, aggiungo solo una cosa: come tutti anche Poste effettua le sue pubblicità e come tale deve essere accattivante poi consiglio a tutti di informarsi e farsi due conti prima di sottoscrivere qualsiasi contratto.
    Tutti banche e poste ecc offrono tassi ed interessi su base annuale e se è scritto su nuova liquidità è nuova liquidità c’è poco da ragionarci. Interesse 4% lordo su base annua tutto calcolato sulla giacenza media non inferiore a 3000 euro tutto qua.
    Vi consiglio anche piccole somme 50 euro in buoni postali e non ditemi che le banche vi offrono migliori garanzie.

    [inviato il 10/12/2012 alle 19.37 da Grace]

    Risposta
  • 16 dicembre 2012 in 00:02
    Permalink

    Avevo il bancoposta base e dopo “lungo letargo” sono passato al bancoposta più, che almeno mi dà uno straccio di interesse.
    Sarebbe possibile annullare anche le spese annuali tramite alcuni vincoli….i miei genitori lo fanno (io non posso) e mi sembra abbiano guadagnato al netto sui 60 euro all’anno.

    Il bancoposta click costa niente ma la prima volta che fai un’operazione allo sportello invece che al pc, torni a casa senza gambe!
    Faccio quasi tutto on-line ma prima o dopo allo sportello ci vai e ti becchi delle belle commissioni.
    D’altronde sono dell’opinione che la comodità si paga….chi ha tanti sportelli e ATM come le Poste?
    E la carta maestro/cirrus che funzia in tutto il mondo e non ha commissioni?

    Per evitare il bollo tengo conto e libretto di risparmio sotto i 5000 euro, tra un po’ vedremo che succede.
    Ho 5000 euro in eccesso, non so se metterli su un deposito Bancasistema o Rendimax…..oppure reinvestirli nel BFP all’inflazione J31 12 dicembre che mi sembra buono…..sono pochi e devo tener conto del bollo.

    Scusate la lunghezza

    Risposta
    • 21 dicembre 2012 in 16:50
      Permalink

      Mi sto informando sul conto Rendimax, è davvero interesssante.

  • 17 dicembre 2012 in 14:30
    Permalink

    qualcuno sa’ dirmi quando saranno accreditati gli intessi sul conto banco posta ,in che giorno e mese

    Risposta
  • 16 gennaio 2013 in 17:21
    Permalink

    Purtroppo sono rimasto vittima della cattiva informazione a causa di opuscoli ingannevoli e impiegati postali disinformati. Ero stato invitato ad incrementare il mio c/c con la promessa di un sostanzioso 4% per il 2012. Cosa che ho fatto portandolo da 2.000 a 35.000. Morale della favola : mi sono visto accreditare in questi giorni 2,15 euro di interessi 2012 per un saldo medio mensile superiore a 35.000 euro. Ovvero zero. Una vera truffa legalizzata. Prima di aderire avevo letto e riletto il prospetto informativo e ne avevo parlato anche con la direttrice dell’ufficio postale. Mi sembrava una buona opportunità ma non era così: fra le clausole scritte in piccolo e poco comprensibili evidentemente c’era il trabocchetto. Ho chiesto spiegazioni ma non hanno saputo dirmi il perchè. Fin’ora è tutto un mistero. So solo che Poste italiane si è aproffittata della mia buona fede e ,come credo, di quella di altre migliaia di piccoli risparmiatori ! Vergogna Poste Italiane, quando non eri S.P.A. eri più onesta !

    Risposta
    • 16 gennaio 2013 in 17:52
      Permalink

      Mi dispiace per quel che è successo, probabilmente parlare di truffa legalizzata è un po’ esagerato, ma c’è da dire che sicuramente nel passato Poste Italiane era più attenta ai bisogni dei risparmiatori, senza queste clausole scritte con un font microscopico e questi ‘asterischi’.

      La domanda che ti pongo è: per caso i soldi che hai messo in più (per aumentare la giacenza da 2000 a 35000) li hai presi da altri conti Bancoposta (o altre risorse) a te intestati? Perchè altrimenti non si spiega.

  • 18 gennaio 2013 in 23:22
    Permalink

    io oggi mi sono accorta che mi hanno riconosciuto 24 euro di interessi (tra 20 e 24 euro: è meglio se non mi riconnetto sul profilo online).
    avevo depositato 4995 euro nel 2012 con l’interesse del 4 %.
    l’impiegata postale mi aveva calcolato la percentuale con la calcolatrice dicendomi che si trattava più o meno di 150/200 euro …
    insomma…fregata pure io.
    domani chiudo il conto che con i loro 24 euro in più supero i 5000 euro e devo pagare il bollo per quei miseri 20 euro che mi hanno regalato.
    però effettivamente non è per nulla serio, la pubblicità è ingannevole si ma gli impiegati postali non possono mentire in questo modo. no? senza parole.

    Risposta
  • 19 gennaio 2013 in 10:40
    Permalink

    Assolutamente tutta nuova liquidità. In particolare a mezzo di due bonifici eseguiti entrambi in marzo 2012 di 17.ooo e 13.ooo , più altri in contanti. Per maggior sicurezza avevo parlato con l’addetta agli investimenti dell’ufficio postale
    che mi rassicurò garantendomi il buon esito dell’operazione. Mi lasciò addirittura
    un conteggio di suo pugno dove evidenziava l’importo e il tasso a me spettante !
    Ho provveduto ad inviare a Poste Italiane un reclamo formale documentato.
    Alla fine sicuramente avranno ragione loro, ma quello che trovo discutibile e che ci si approfitti così della buona fede di piccoli risparmiatori con strumenti difficili da comprendere per chiunque. I correntisti di Banco Posta sono per lo più, gente
    comune, lavoratori, pensionati, anziani, sicuramente la fascia più debole della popolazione. E’ gioco facile per Banco Posta e allo stesso tempo vergognos0.
    Ma questa è l’ Italia (purtroppo).

    Risposta
  • 22 gennaio 2013 in 18:01
    Permalink

    all’inizio del 2012 una impiegata delle poste mi aveva avvertita che avrei preso poco di interessi lasciando i soldi sul c/c,e mi aveva suggerito di metterli sul libretto postale,perchè anche li davano buoni interessi,però non sono ancora andata alle poste a controllare.

    Risposta
  • 3 febbraio 2013 in 10:29
    Permalink

    Bisogna far sentire la nostra protesta, inviando un reclamo scritto a Banco Posta con l’apposito modulo, girando lo stesso all’arbitro finanziario se la risposta di Banco posta non soddisfa le nostre aspettative o attaverso le associazioni di consumatori.E’ ora di finirla con questo continuo ladrocinio di certe banche contro i piccoli risparmiatori. L’offerta 4% non è stata sufficientemente trasparente ed è stato fatto volutamente per ingannare
    noi, popolo bue !

    Risposta
  • 14 febbraio 2013 in 23:26
    Permalink

    Oggi mi è arrivato l’estratto conto al 31.12.2012. Sono arrabbiatissima
    A marzo 2012 ho incrementato il mio conto di 3.600,00 e non il minimo di 3.000,00, come indicato nella nota informativa delle poste per avere il famoso 4% di interessi, ma non mi hanno accreditato un bel niente.
    Ho telefonato al numero verde ma ho avuto dal povero impiegato una spiegazione non molto chiara.
    Domani vado a parlare con qualuno delle poste, per sapere se ho interpretato male la loro promozione.
    Voglio sapere perfettamente come avrei dovuto comportarmi per avere l’agevolazione del tasso indicato del 4%.
    Se la spiegazione non mi convincerà farò una denuncia alla procura della repubblica per frode e pubblicità ingannevole.
    Basta , la devono finire di fregarci sempre

    Risposta
    • 15 febbraio 2013 in 11:48
      Permalink

      Mi dispiace Fiorella per quanto ti è accaduto… ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza.

  • 15 febbraio 2013 in 17:59
    Permalink

    Mi associo alle lamentele di tanti di Voi sull’ingannevole macchiavellica promessa del 4% di Poste Italiane.
    Ho già formalizzato la richiesta di vedermi riconosciuti gli interessi a Poste Italiane sopratutto per il fatto che nei frequenti accessi che facevo in Home Banking per verificare il c/c trovavo la conferma di essere rientrato nella promozione e l’invito a continuare a versare per beneficiare al massimo degli interessi del 4% dei quali sull’estratto conto al 31/12/2012 non c’è neanche l’ombra.Solo pubblicità ingannevole o una vera e propria truffa ?
    Ho anche mandato una memoria al Sole 24 ore Plus che spero pubblichi visto che siamo numerosi. Chi mettesse in piedi una class action ??

    Risposta
  • 18 febbraio 2013 in 11:28
    Permalink

    Il delicato raggiro delle Poste consiste nel corrispondere il 4 % lordo solo su quanto versato oltre il dato da loro fissato calcolando la media del 2011.Quindi se tu hai sul conto 10.000 euro e incrementi lo stesso con altri 2000, n on ti viene corrisposto il 4% sui 12.000, ma solo su di quanto tu superi la media da loro calcolata….una miseria! Ciao e attenzione.

    Risposta
  • 20 febbraio 2013 in 13:05
    Permalink

    allora il problema era che nelle condizioni si doveva capire ciò che si aveva in banco posta credo alla data del 30 novembre 2011, io per una casualità avevo ricevuto parte della liquidazione dei miei genitori per comprare casa nuova circa 100 mila euro, poi non ho più comprato casa nel 2012 ed effettivamente il 31 dicembre 2012 mi sono stati riconosciuti 2600 euro credo pur avendo speso e preso parecchie migliaia di euro dal conto intorno a ottobre perchè mi sono sposato… sono stato felice, non era una truffa semplicemtne bisognava stare attenti alle condizioni poste

    Risposta
  • 25 marzo 2013 in 15:53
    Permalink

    Io non riesco a capire tutte le lamentele. E’ un conto che non ha spese di gestione, non paghi il bollo, ti danno il 2% lordo di interessi che per alcuni è 3 o 4 senza avere i soldi bloccati. Vorrei ricordare che da qualche giorno poste mette sotto il saldo disponibile anche l’ammontare degli interessi lordi e netti aggiornati alla sera precedente così uno può verificare..
    Tra l’altro a me stanno calcolando gli interessi su tutta la cifra(quasi 16000 euro) e non su 16000-30000. L’ammontare degli interessi dal 1 Gennaio è cresciuta e sta crescendo di circa 0,65 centesimi al giorno..(16000 *1,46%)= 0,64..ed entro giugno rientrerò nella promo 3%.

    Risposta
    • 25 marzo 2013 in 16:15
      Permalink

      Permettimi di dissentire Carlo su alcuni aspetti.
      Il bancoposta click è vero che non ha spese di gestione (ma ti salassano se ti azzardi a fare operazioni allo sportello), il bancoposta tradizionale invece costa 30,99 euro all’anno.

      L’ISC per pensionati con operatività media allo sportello è di 97,35 euro all’anno.

      In entrambi i casi (bancoposta tradizionale e click) occorre obbligatoriamente pagare il bollo, previsto per legge.

      Inoltre la promozione del 2% LORDI (ricordiamoci di togliere la ritenuta del 20%) si applica sul saldo giornaliero eccedente 3000 euro (se a te hanno applicato altre condizioni straordinarie, è un caso specifico).
      Tutte le informazioni sul conto bancoposta click (compreso promozione del 2%) sono visualizzabili qui:
      http://www.poste.it/resources/bancoposta/pdf/trasparenza/FI_CBPCK.pdf

  • 25 marzo 2013 in 18:55
    Permalink

    Scusami se controbatto, ma se io mi faccio un conto online come bancopostaclik alla posta non mi devo mai presentare, altrimenti sarei andato altrove a mettere i soldi e non me lo sarai fatto online. Certo, dipende da come uno lo muove e dalle neccessità.
    E’ naturale ed è pure giusto che se uno si fa il conto online, poi se va allo sportello a fare operazioni che dovrebbe e potrebbe fare comodamente da casa, giusto che paghi il salasso, altrimenti che serve farsi un conto del genere?. Sai quanto tempo mi fa risparmiare un conto del genere nel permettermi di fare tutte le operazioni da casa e non dover fare file da nessuna parte?- Praticamente alla posta mi vedono solo se devo versare soldi in contanti o devo prelevare una somma importante. Se poi mi dici che esistono altri conti con interessi superiori, va benissimo, però per le mie esigenze non mi lamento.
    Alla fine dell’anno il conto non solo non mi è costato nulla perché se ricevo come l’anno scorso poco meno di 200 euro di interessi senza pagare nulla..ci guadagno pure. Non so, a me va bene, certo, sono d’accordo con te che se uno lo apre e poi va alla posta a fare le operazioni non ha fatto la scelta migliore e ci saranno altre banche migliori.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... bancoposta, conto corrente, interessi
interessi bancoposta 0%
Interessi Bancoposta a 0%, file chilometriche e pc rotti: ecco il disastro delle poste italiane

interessi bancoposta 0,00%   Come preannunciato da qualche visitatore in un commento, anche al sottoscritto...

Chiudi