RC auto vietata ai napoletani: il razzismo delle assicurazioni per colpa dei soliti furbetti



rc auto vietata napoletaniAssicurazione auto vietata ad un ragazzo perché è nato a Napoli

 

E’ polemica a Venezia dopo che una società di assicurazioni si rifiuta di fare un preventivo rc auto ad un cliente, un ragazzo di 26 anni.

La colpa della discriminazione? La città di nascita del ragazzo, Napoli.

Il 26enne ha un regolare lavoro da più di sei anni e ha la residenza nel Nord già da diverso tempo, ma per la società Itas di Mirano, a cui il ragazzo si è rivolto per stipulare un contratto di assicurazione auto, non è sufficiente.

 


Per chi è nato al Sud e vuole sottoscrivere una polizza Itas a Mirano-  scrive il Gazzettinoesisterebbero, stando alle spiegazioni fornite, esisterebbero solo due possibilità: essere residente al Nord da almeno sette anni (non sei o otto: sette) o avere un parente noto alla compagnia e con essa già assicurato da anni. Altrimenti niente da fare.

Il motivo di questo assurdo comportamento sta nel fatto che la società nel passato ha subito delle truffe per colpa di alcuni clienti meridionali, in particolare provenienti da Napoli.

-------------
-------------

Non è la prima volta che le assicurazioni si comportano in questo modo, gonfiando a dismisura le tariffe per i napoletani, allo scopo di evitare possibili problemi a causa di furbetti.

L’unico elemento che dovrebbe essere considerato dalle assicurazioni per stipulare una polizza è la classe di provenienza e la provincia di residenza (quest’ultima perchè a seconda delle zone c’è un certo tasso di incidentalità variabile), non quella di nascita. Se uno è nato a Napoli però è in prima classe, è sicuramente meglio di un trevigiano che è in quinta classe.

Invece,  a causa di mentalità limitata e razzista, nascere al Sud ed in particolare a Napoli è considerata una colpa grave, un’onta che porta al dileggio e alla discriminazione.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... assicurazione, assicurazione auto, meridionali, napoli, notizia del giorno, razzismo, sud
prima pagina Il Giornale Schettino Auschwitz
“A noi Schettino, a voi Auschwitz”: la peggiore prima pagina del Giornale, nel giorno della memoria

Prima pagina del Giornale di oggi 27 gennaio 2012: A noi Schettino, a voi Auschwitz...

Chiudi