Trasmissione numerica 2, una faticaccia


Corso da 2000 formule, il più lungo: pochi i 5 crediti, altrove è da 6. Mai un voto così alto con una prof. donna

sardellitti unicasTrasmissione numerica 2 è un corso da record, il più lungo nell’intera facoltà di ingegneria delle telecomunicazioni a Cassino.
E’ talmente vasto, e ricco di formule, che probabilmente nemmeno studiando per due – tre mesi di fila si riesce ad avere un buon grado di sicurezza di poter puntare ad avere il 30.
In un’altra università (Università del Sannio), lo stesso corso (identico, con anche la stessa insegnante, la giovane prof. Stefania Sardellitti, foto a fianco) vale 6 crediti universitari: a Cassino, non si sa il perché, ne vale solo 5, anche se è palese che lo sforzo richiesto per memorizzare (avrei dovuto dire ‘assimilare’, ma in fin dei conti, purtroppo, è in gran parte un lavoro di memoria) le 2000 formule del corso, è sicuramente maggiore dei classici corsi da 5 crediti della laurea specialistica (che certamente facili non sono).
Questo era stato il primo corso della specialistica che in assoluto avevo deciso di seguire, già nel 2006, prima ancora di laurearmi, con l’obiettivo di dar l’esame qualche settimana dopo laurea. Alla fine non ci riuscii, avevo degli appunti presi malissimo, e cominciai, dopo mesi dopo la laurea, a seguire i corsi della specialistica, in modo regolare, praticamente dimenticandomi di questo esame.
Il tempo passa, e arrivato a febbraio 2009 decido di affrontare lo studio di Trasmissione Numerica (studiando sugli ottimi appunti dell. Come suggerisce il nome, è la continuazione di Trasmissione Numerica 1 (della laurea triennale), un caratterizzante dell’area telecomunicazioni.
In sintesi questi gli argomenti affrontati: tecniche di modulazione con memoria (es. CPM), demodulazione con l’algoritmo di Viterbi, la codifica di canale (codici a blocco, codici convoluzionali), decodifica hard e soft, equalizzazione (MMSE, LMS, RLS, MOE, equalizzatori blind), trasmissione su canale con fading (canale flat flat, canale con multipath), demodulazione con ricevitore rake, trasmissione in sistema CDMA (argomento, questo, ripreso poi dall’esame di sistemi radiomobili).
Moltissime pagine, moltissime formule: due mesi e mezzo di studio (in media due – tre ore al giorno) non mi bastano (si lo so, sono pigro) per poter affrontare in sicurezza l’orale: mi erano rimasti non pochi argomenti che avevo studiato in modo superficiale.
Se a questo si aggiunge il fatto che la prof. (contattata via email, un po’ lenta a rispondere) fissa l’appello (l’ultimo tenuto da lei, ormai il corso non c’è più, col passaggio graduale al nuovissimo ordinamento), durante i corsi del nuovo quadrimestre, iniziato lunedì, praticamente la frittata era fatta: durante la settimana ho dovuto dar retta allo studio (addirittura 5 capitoli) di un corso di economia per le tlc, e mi è rimasto solo un giorno e mezzo per ripassare in tutta fretta trasmissione 2.
Alla fine, con una buona dose di fortuna, mi vengono chiesti gli argomenti che avevo ripassato abbastanza bene (fading, ricevitore rake, equalizzazione), senza andare in domande particolarmente specifiche o passaggi matematici assurdi (che per forza di cose devi imparare a memoria). Alla fine è un insperato 30, l’ottavo della laurea specialistica.
P.S. una piccola curiosità: mai ero riuscito a prendere 30 con una prof. (donna). in passato, i voti agli esami tenuti da docenti donne erano andati così così, con l’eccezione di un 28 a Geometria: 26 a sistemi elettrici per telecomunicazioni e Analisi 3, 25 ad Elettronica Analogica, e addirittura un 22 a Comunicazioni Elettriche. Una statistica non particolarmente brillante che andava spazzata via, e manco a farlo apposta l’ultimissimo esame con una insegnante del gentil sesso (i prossimi rimanenti 7 esami fino alla laurea saranno con prof. maschi) è stata l’occasione buona. Meno male.
GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... cassino
Scossa di 2.6 gradi Richter nel cassinate

Leggo da questo brevissimo flash su Repubblica che c'è stato una scossa di 2.6 gradi...

Chiudi