Querele, liti, licenziamenti: quando Facebook influenza la nostra vita. E c’è anche il primo film, Feisbum



Inutile negarlo, Facebook è entrato nella nostra vita, e spesso la infuenza. Già in passato, su questo blog, vi avevo parlato di un caso di denuncia di una donna che aveva usato Facebook per ‘sfogarsi’ e offendere i carabinieri, ma si potrebbero fare numerosi altri esempi: quello del dipendente licenziato perché scrive su Facebook che il suo lavoro è noioso o perché si finge malato.
C’è poi il caso della prima querela per diffamazione avvenuta via Facebook: un imprenditore ha querelato un suo ex- dipendente che gli dava del ‘bastardo’ su Facebook. Tanto per restare in tema, poi, qualche giorno fa c’è stata una lite (reale) iniziata con una lite (virtuale) su Facebook.
E ovviamente ad accorgersi della popolarità e dell’importanza dei social network, e di Facebook in particolare, è stato anche il cinema. L’otto maggio uscirà, infatti nelle sale Feisbum, il primo film italiano dedicato a Facebook, che racconta, in otto episodi girati da altrettanti registi, alcuni esempi di vita vissuta(un po’ estremi, ma non del tutto inverosimili) che può essere sconvolta dal social network: matrimoni in crisi a causa di tag su foto hard all’addio al celibato, ricerche di nuove esperienze in rete, incontri inaspettati di prof. ex-sessantottini, o di casalinghe disperate con ‘bombe del sesso’ virtuali. 

 


Ci attende dunque una vita in funzione di Facebook? Speriamo di no. Meglio allontanarsi ogni tanto dal pc, va.

GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in cinema, diffamazione, facebook, film, telefree
Gelato al gusto Facebook

Sono proprio curioso.. chissà che sapore ha il gelato al gusto Facebook.. Ma sinceramente, arrivare...

Close