Cassino, Ciociaria Oggi: “Quei fedeli scoraggiati dall’organizzazione”



L’organizzazione, durante la visita del Papa a Cassino è stata perfetta. Ma, i parcheggi ‘blindati’ e il blocco del traffico, unito al caldo soffocante, hanno ‘scoraggiato’ i fedeli.
Insomma, per Ciociaria oggi (giornale locale) i fedeli erano sì numerosi, ma potevano essere molti di più.
Ecco l’articolo.
 
Una macchina organizzativa che voleva essere perfetta, che vole­va preparare tutto nei minimi particolari. Una macchina orga­nizzativa che, forse ha avuto "un’ansia da prestazione". Ri­sultato? La gente si è spaventata oltre il dovuto.
Ieri a Cassino ci si aspettava la presenza di decine di migliaia di persone, invece, il risultato è sta­to quello che la dirigenza di molte emittenti televisive avreb­be definito un mezzo ‘flop’. Di chi è la responsabilità? Lo spie­gamento di forze dell’ordine (che hanno svolto il proprio ruo­lo in maniera eccellente, inecce­pibile) è stato imponente: bloc­chi e controlli ovunque, com’era naturale. Forse proprio l’im­pressione di un’eccessiva "mili­tarizzazione" ha scoraggiato i cassinati. E qui sarebbe dovuta intervenire l’amministrazione per rassicurare i suoi cittadini, lontana dalla faccende spirituali e maggiormente concentrata su quelle logistiche. «La città sarà bloccata, ci fermeranno in ogni angolo, quasi meglio non esser­ci, domenica». Questi i com­menti che si sentivano nei giorni scorsi passeggiando per le strade di Cassino. Affermazioni a cui nessuno ha dato peso, perché alla fine il Papa è il Papa. E lui, Benedetto XVI, non ha tradito le aspettative trascinandosi dietro migliaia di fedeli. Anzi il Ponte­fice ha dato quella fiducia e quel­la iniezioni di speranza di cui tutti, in questo periodo, hanno bisogno. Dal palco è stato lan­ciato un appello per i cassaintegrati, per i lavoratori, per i licen­ziati. Il Pontefice ha lanciato un appellò anche alle istituzioni. Ed ha richiamato la politica ad un impegno serio.
Tuttavia, l’organizzazione, forse, è stata troppo laboriosa, troppo macchinosa. Difficoltà anche con la stampa: massima disponibilità, ma postazioni del tutto inadeguate per seguire un evento dall’alto significato stori­co.
Ma il dato della giornata è quello numerico. Anche il caldo torrido ha fatto la sua parte. Pro­babilmente però il Comune di Cassino si sarebbe dovuto atti­vare diversamente. Un’ammini­strazione rappresenta sempre un ponte di collegamento tra i citta­dini e i grandi eventi in quanto rappresentante del territorio ospitante. Compito non secon­dario è anche quello di indivi­duare le preoccupazioni, saperle gestire e creare una rete di colla­borazione con tutti gli enti per favorire la migliore riuscita del­l’appuntamento e non solo la sua sicurezza. Magari, con l’aiuto del Cosilam e del suo presidente, con la "macchina pensante" del Consorzio, sempre impegnata su problemi di logistica, si sa­rebbero potute individuare po­stazioni migliori per i maxi schermo, posizionati solo ac­canto al palco e difficilmente visibili dalle ultime file. Magari, tra un appuntamento elettorale e l’altro, si poteva spendere una parola per rassicurare la gente su parcheggi e blocchi di traffico, vissuti come un’inibizione. For­se dal Palazzo si poteva spendere qualche energia in più.
 
 
Teniamo pure conto che qui nella zona c’è un emittente locale, Teleuniverso, che ha fatto la diretta televisiva (e web) della visita del Papa a Cassino, seguendo il Pontefice in ogni sua azione. Già dalle 8.45, dunque, si poteva seguire comodamente il Papa, nelle comodità e nel fresco (per chi ha il climatizzatore) della propria casa: un ulteriore incentivo a seguire la messa dall’etere, e non dal vivo.
 
GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in cassino, ciociaria oggi, papa, ratzinger, teleuniverso
Video – L’omelia del Papa a Cassino

E ora, beccatevi non uno, ma TRE video dedicati all’Omelia del Papa durante la Messa...

Close