Conversione gradi da occhiali a lenti a contatto



convertire da occhiali a lenti a contattole diottrie degli occhiali a quanto corrispondono in lenti a contatto? Ecco la risposta

 

Quando la miopia o l’astigmatismo è di media – elevata entità, è importante sapere che i gradi degli occhiali non corrispondono a quelli delle lenti a contatto.

Ciò è dovuto al fatto che con le lenti a contatto si azzera la distanza tra il dispositivo (la lente) e l’occhio. Invece con gli occhiali tale distanza è normalmente di 14 millimetri (1,4 centimetri).

La conseguenza è che in caso di miopia le diottre delle lenti a contatto saranno MINORI (in valore assoluto) rispetto a quelle degli occhiali. Viceversa, in caso di IPERMETROPIA le diottre delle lenti a contatto saranno MAGGIORI rispetto a quelle che si hanno con gli occhiali.

Ricordo che se si è miopi (= non ci si vede bene da lontano) le diottrie sono NEGATIVE (segno -); se si è invece ipermetropi (non ci si vede bene da vicino) le diottrie sono POSITIVE (segno +).

Facciamo un esempio.

-------------
-------------

Supponiamo che dopo la visita dall’oculista, il dottore ci prescrive l’uso di occhiali, con -6 e -7 (miopia).

Se volessimo mettere delle lenti a contatto, che gradazione dovremmo chiedere all’ottico?

Abbiamo detto su che le diottre in valore assoluto saranno minori (dunque – 5 e qualcosa). Cerchiamo di quantificare il ‘qualcosa’.

Se portiamo il foglietto della prescrizione dell’oculista, l’ottico farà un rapido calcolo, trovando su una tabella la corrispondenza tra le diottrie degli occhiali e quelli delle lenti a contatto.

Ora, ci domandiamo, qual è la formula per convertire da occhiali a lenti a contatto e viceversa?

 

 LAC = OCCH. / [1-(OCCH.*d)]

Mentre la formula inversa è:

 OCCH = LAC. / [1+(OCCH.*d)]

Dove OCCH.= diottre occhiali;

LaC= diottre lenti a contatto;

d= distanza espressa in metri tra occhio e occhiali, tipicamente è 0014;

Quindi, nell’esempio fatto, a -6 (occhiali) corrisponderà -5,54 (lenti a contatto), mentre -7 corrisponderà a -6,38.

Da sottolineare che le diottre vanno con uno step minimo di o,25 (col segno + o -), per cui negli esempi sopra arrotondiamo a -5,50 e -6,50, rispettivamente.

Ora, se non volete scervellarvi con i calcoli matematici e calcolatrice, ci sono apposite tabelle per fare la conversione da occhiali a lenti a contatto e viceversa.

Io vi darò uno strumento ancora più utile, un calcolatore online.

Basta andare in http://www.numericalexample.com/index.php?view=article&id=32

e potrete fare la conversione.

Basterà scegliere il segno (+ se c’è miopia, – astigmatismo), scrivere in la diottra da convertire (Power glasses/lenses), poi scegliete ‘glasses 14 mm’ se volete convertire dagli occhiali in lenti a contatto, altrimenti scegliete ‘contact lenses’ per convertire da lenti a contatto in occhiali. Lasciate a zero la distanza extra.

Le virgole vanno sostituite con i punti: ad esempio 5,50 dovete scriverlo 5.50.

Cliccate su ‘compute’ e vi usciranno i risultati.

Qui sotto un esempio con -7 di occhiali, corrispondenti (come detto sopra) a -6,38.

Video:

 

GD Star Rating
loading...
Conversione gradi da occhiali a lenti a contatto, 7.9 out of 10 based on 21 ratings

5 pensieri riguardo “Conversione gradi da occhiali a lenti a contatto

  • 13 giugno 2012 in 21:21
    Permalink

    Attenzione. C’é una frase scorretta. Viene riportato che l’astigmatismo inibisce la visione per vicino e le lenti per correggerlo sono a segno +. Bisognerebbe correggere tali sviste.
    E’ sbagliata anche la formula inversa!
    OCCH = LAC. / [1-(OCCH.*d)] è sbagliata.
    quella giusta è questa: OCCH = LAC. / [1+(OCCH.*d)]
    ma messo il PIU’ non il MENO in quanto per passare da LAC a OCCH va aggiunto tutto il resto a quell’1 che sta per l’indice di rifrazione dell’aria/vuoto

    http://www.clamar.it

    Risposta
    • 13 giugno 2012 in 21:47
      Permalink

      Sì,chiedo scusa, mi ero ricavato anche su un foglio la semplice formula inversa e mi ero dimenticato del più.

      Ho fatto anche un errore sull’ipermetropia. L’astigmatismo è altra cosa. Mi sono confuso prendendo in considerazione il mio caso clinico (miopia e astigmatismo), che necessita di lenti toriche.

      Mi scuso per i miei errori, la ringrazio della segnalazione.

  • 13 ottobre 2012 in 15:49
    Permalink

    vorrei sapere se qualcuno mi dice la conversione da occhiali a lenti per mio figlio che è ipermetrope e astigmatico questa è la ricetta dell’oculista
    sf +2 cil 2,25 asse 115 occhio destro
    sf +2,5 cil 1,5 asse 60 occhio sinistro
    ho girato vari ottici rivenditori nessuno mi ha dato le stesse lenti e con nessuna mio figlio ci vede bene ,la ricetta degli occhiali è giusta grazie fabrizio de carolis

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altro... calcolatrice, convertitore, corrispondenza, diottrie, ipermetropia, lenti a contatto, miopia
Non usare il frigo come sacco da boxe e altre inutili istruzioni giapponesi

Quando compriamo un oggetto come un elettrodomestico, al suo interno troviamo le istruzioni. In molti...

Chiudi