Dichiarazione dei redditi online, è giusto?



Permettemi due parole sulla pubblicazione dei redditi online, che è diventata la notizia di questi giorni.
Capisco benissimo le motivazioni che hanno portato alla pubblicazione dell’elenco, legate alla trasparenza e all’eventuale ‘smascheramento pubblico’ degli evasori.
Qualcuno dirà pure che in Finlandia è una prassi consolidata, addirittura con un sms è possibile sapere il reddito del vicino.
Già, in Finlandia. Ma qui, siamo in Italia, bisogna ribadirlo.
Il problema dei nostri legislatori, quando applicano una legge e delle regole già vigenti in altri Paesi, è che non si chiedono quali effetti devastanti può portare una ‘novità’ nel nostro Paese.
E così, Visco, ad occhi chiusi, ha fatto pubblicare l’elenco dei redditi.
Un gesto apparentemente banale, innocente. In un altro Paese sarebbe passato non dico inosservato, ma quasi.
Invece qui in Italia no. C’è stata un’ondata. Di curiosi, di maligni, di studiosi di statistica. Tutti a vedere il reddito del vicino, del personaggio famoso. Come il più bavoso dei guardoni, tutti a farci gli affari altrui.
Mi ci metto anch’io, se solo avessi avuto il tempo, avrei dato una sbirciatina ai redditi di qualche mio prof. universitario, e magari qualcuno anche delle superiori, avrei visto quanto dichara l’ex sindaco di Gaeta e di Cassino, e poi, mi sarei tolto lo sfizio di sapere l’ammontare del reddito dell’avvocatone Taormina, che quando gli si chiede quanto guadagna fa sempre finta di niente.
Beppe Grillo che guadagna 4 milioni di euro e parla dei precari. Scandalo.
Alla fine il Garante blocca tutto. La giusta mossa per farci ridere addosso, dall’estero.
Noi in Italia siamo fatti così, non ci possiamo fare nulla. Quando abbiamo accesso ad una cosa che prima era vietata, ci comportiamo come affamati che non hanno mai visto cibo in vita loro.
A volte mi chiedo cosa potrebbe mai succedere se riaprissero le case chiuse, o se legalizzassero la marijuana.
L’Italia diventerebbe un manipolo di puttanieri e drogati, così, per curiosità.

GD Star Rating
loading...

5 pensieri riguardo “Dichiarazione dei redditi online, è giusto?

  • 4 Maggio 2008 in 10:45
    Permalink

    “tutto” mi pare esagerato. Ad esempio non c’e’ cassino :|

    Risposta
  • 5 Maggio 2008 in 21:11
    Permalink

    ma non c’è il rischio che risalgono all’utente che ha scaricato e ti mettono dentro??…

    Risposta
  • 5 Maggio 2008 in 21:53
    Permalink

    Io mi sono limitato a riportare una notizia. C’è chi è andato oltre, postando anche i link.

    Io non ho scaricato nulla, quindi non so davvero quale potrebbe essere il capo d’imputazione a mio carico.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.