Gaeta, multe finte ‘morali’ per chi parcheggia male. E persino i vigili sono stati ‘multati’


multe finte gaeta 350x316

Multa fac simile, per sensibilizzare gli automobilisti a non parcheggiare in divieto

Quelli di Impronte Verdi agiscono ancora.

Vi avevamo lasciati con la notizia del guerrilla gardening: per alcune vie della città di Gaeta alcuni attivisti del movimento ‘Impronte Verdi’ avevano piantato alcune piante per sensibilizzare i cittadini verso l’ecologia e il rispetto dell’ambiente.





Dopo un raduno in bici pro raccolta differenziata, i ragazzi di Impronte Verdi avevano poi liberato la zona più sporca di Serapo, la spiaggia più lunga e affollata di Gaeta, da moltissimi rifiuti, riempiendo vari sacchi di immondizia che per mesi o forse anni era rimasta lì.

L’iniziativa civica degli attivisti di Impronte Verdi si è spostata poi verso il rispetto del codice della strada. Sabato scorso sono fioccate delle multe ‘morali’, ovvero finte, allo scopo di far riflettere sull’infrazione, per decine di automobilisti che avevano parcheggiato sui marciapiedi e creando intralcio alla circolazione dei pedoni.

Il lavoro che avrebbero dovuto svolgere ‘seriamente’ i vigili urbani è stato svolto, senza però creare conseguenze sulle tasche dei trasgressori, per far capire che il rispetto del codice della Strada è di fondamentale importanza.

Ad essere colpiti sono stati automobilisti che avevano parcheggiato, nella zona del Lungomare Caboto e Gaetavecchia in zone vietate, come le strisce pedonali, in zona rimozione forzata, entro le strisce gialle riservate alla fermata degli autobus, in doppia fila.

E persino una pattuglia di vigili è stata ‘multata’, come si può vedere andando nella bacheca Facebook di Impronte verdi.  Sopra la foto della macchina dei vigili si può leggere “Multati anche loro! … in sosta in mezzo a due carreggiate, senza nessuno in auto..”.

A spiegare perchè a Gaeta è altissimo, durante la stagione estiva, il fenomeno della ‘sosta selvaggia è Nicola Forcina, uno dei responsabili di Impronte Verdi:

“Soprattutto nei mesi estivi, a Gaeta la congestione del traffico cittadino e quindi anche del trasporto pubblico è un problema che non può essere sottovalutato dall’amministrazione.  La nostra campagna di sensibilizzazione è volta a educare quei cittadini che non rispettando il codice della strada, creano grossi problemi di circolazione in città, soprattutto per il trasporto pubblico, già di per se carente. Impronte Verdi, partendo da questi numeri assolutamente negativi, auspica che ci siano maggiori controlli da parte degli organi competenti e che ci sia un immediato potenziamento del trasporto pubblico, insufficiente a sostenere il carico dei turisti in questi mesi. Oltre a non esserci gli orari di passaggio degli autobus, le macchine parcheggiate in  maniera scorretta creano forti danni e ritardi alla circolazione. Anche per questo motivo invitiamo la cittadinanza a utilizzare mezzi di trasporto alternativi, come la bicicletta.”

Speriamo che la nuova amministrazione guidata dal sindaco Cosimino Mitrano (che, finora, nei primi due mesi non sembra aver fatto granchè per la città), riesca davvero a dar vita a controlli seri e capillari per contrastare il fenomeno dell’inciviltà e spingere verso il rispetto delle regole.

 

[ fonte: http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=2196

Ne parla anche il Corriere, qui –> http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_luglio_16/ciclisti-finte-multe-agli-automobilisti-2011032670952.shtml   ]

 

GD Star Rating
loading...