Berlusconi si ricandida e la Procura di Palermo lo convoca

ritorno di berlusconi 350x275




Berlusconi e il ritorno di Forza Italia

Chi aveva pensato che l’esperienza politica di Silvio Berlusconi era ormai giunta al traguardo finale si era sbagliato. Il Cavaliere torna nella scena politica con irruenza e lo fa con una dichiarazione che ha spiazzato un po’ tutto lo scenario mediatico italiano: ”Ritornerò in campo e sarò il candidato Premier del PDL!”

Queste le dichiarazioni di Silvio Berlusconi appoggiato con uno scroscio di applausi da tutti i suoi fedelissimi e soprattutto dall’attuale segretario del maggiore partito di destra Angelino Alfano. Il segretario infatti ha lasciato intendere anzi ha dichiarato apertamente di condividere in pieno la scelta del Cavaliere, ritenendolo l’unico candidato forte del PDL capace di scendere in campo e sbaragliare la concorrenza. Dello stesso avviso la maggioranza dei componenti del maggior partito di centrodestra, che si sono sentiti quasi sollevati per la scelta del loro leader di sempre.





Mentre il Popolo della Libertà quindi si prepara al nuovo scenario politico che si sta delineando, approntando nuove linee di partito e magari pensando a un rispolvero di Forza Italia, partito che ha dato inizio alla nuove visione della politica di centrodestra dal 1994 ad opera di Silvio Berlusconi, la Procura di Palermo chiama quest’ultimo a colloquio. I Pm di Palermo, infatti, hanno convocato l’ex Premier per le indagini relative alle presunte trattative Stato-Mafia degli anni novanta. I Procuratori di Palermo vorrebbero sentire il Cavaliere per fare luce sui suoi rapporti con Marcello Dell’Utri, che secondo gli inquirenti sarebbe diventato il referente di Cosa nostra dopo l’assassinio di Salvo Lima. I pm inoltre avrebbero convocato anche Marina Berlusconi come teste e parte offesa.


Dura la reazione del nuovo segretario del PDL Angelino Alfano che si è detto stufato dei soliti attacchi della magistratura palermitana.

GD Star Rating
loading...