Il sito Virgilio è stato acquistato da Libero infostrada



virgilio è stato acquistato da libero

Fusione Libero – Virgilio: il sito Virgilio è stato venduto da Telecom a Libero

Dopo la messa in vendita de La7 prosegue con un’altra cessione la riduzione del debito da parte di Telecom Italia. Questa volta è toccato a Virgilio, il noto portale della prima compagnia per abbonati di telefonia fissa.

L’acquirente è stato un altro colosso del web, e per certi versi un rivale, Libero di Infostrada al prezzo di 88 milioni di euro. Il sodalizio è avvenuto tra i due siti web che possono contare su ben 18 milioni di visitatori unici mensili e oltre 14 milioni di account di posta elettronica attivi.





In realtà oltre a Virgilio sono state cedute Niumidia Adv e iopubblicità, Web Technology e Matrix Solutions, tutte attività che fanno parte da Matrix, la società fondata nel 1995 da Telecom Italia con l’obiettivo di gestire le attività internet.
Un nuovo colpo per Weather, la compagnia guidata dall’egiziano Naguib Sawiris, dopo la clamorosa cessione di Wind ad un’azienda russa, la Vimpelcom.
Da questo matrimonio nasce il primo operatore italiano e visti i numeri cercherà di ritagliarsi un piccolo ruolo da protagonista nell’affollato sistema delle telecomunicazioni.
Per Libero.it, nata nel 1994, questa unione rappresenta una nuova metamorfosi al suo stato, infatti all’origine si chiamava Italia on line, poi nel 2002 quando venne acquisita da Wind cambiò nome in quello attuale. In seguito fondò l’ambizioso progetto del motore di ricerca Arianna (nel 2005 sostituito da Google) e aggiunse interessanti nuovi servizi quale ad esempio Libero mail, l’indirizzo di posta elettronica.

GD Star Rating
loading...
Il sito Virgilio è stato acquistato da Libero infostrada, 10.0 out of 10 based on 1 rating