La perdita di qualità delle videocassette registrate più volte

perdita qualità videocassette 350x233




Perdita di informazione nei video registrati più volte nelle videocassette: caso studio

Oramai le potete trovare solo in qualche mercatino di modernariato: stiamo parlando delle VHS, l’unico mezzo per registrare e visualizzare video per anni, fino a metà degli anni ’90, quando venne soppiantato dalla qualità digitale del dvd.

A parte le dimensioni e il peso del supporto (confrontate una videocassetta con un leggerissimo dvd), una grande, anzi grandissima differenza tra il dvd e una videocassetta è nella perdita di informazione.

In altre parole, potete copiare quante volte volete un dvd video, e il filmato al suo interno rimarrà intatto per quanto riguarda la qualità.





Invece, nel caso di una traccia analogica, come quella su un VHS, ci sarà un degradamento progressivo dell’audio e del video.

Un video youtube che ci mostra questo fatto, portandolo all’estremo, è quello che vediamo qui sotto:

uno spezzone del famoso brano “Fading like a flower” dei Roxette viene prima mostrato nella videocassetta originale.

Poi viene via via copiato in altre videocassette, più volte. Già al primo passaggio l’audio passa da stereo a mono. Poi, a mano mano, i colori diventano sempre meno nitidi, fino a passare al bianco e nero. L’immagine comincia a tremolare, poi addirittura si perde la sincronizzazione audio video.

Già alla decima copia di una videocassetta avete un video inguardabile. Qui ci si spinge fino alla 23esima copia.

 

 


GD Star Rating
loading...