La casa, la gioia dell’ ‘indipendenza’



Approfitto di una lezione pallosa su Matlab per aggiornare il blog.
La casa di Cassino mi ha dato fin dall’inizio dei problemi (rubinetti otturati, perdite d’acqua, tv che non prende), ma nonostante tutto sono contento di non far più avanti e indietro con l’autobus, veramente massacrante.
Il ‘soggiorno’ nella casa stava iniziando veramente male (stavo costruendo una prolunga e avevo lasciato come uno stupido l’altra estremità inserita: me la sono cavata con una scintilla enorme e un buco sulle forbici, sono un miracolato), poi mi sono ripreso dallo shock.
Ho conosciuto anche Gino ‘il lavoratore’, casertano di origine, ma non nei modi, per fortuna.
Per la maggior parte della giornata la casa è a mia disposizione, Gino è fuori per lavoro, se ne va dalle 8 di mattina e ritorna alle 8 di sera.
Simpatici anche gli inquilini dell’appartamento di fronte (Sgommino, BenitOne e il presidente), che mi hanno già invitato una sera per una bella magnata innaffiata da un buon Lambrusco.
Altri aggiornamenti domani. Ciao!





GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Read previous post:
Si parte

Ci siamo. Tra pochissime ore, nel primo pomeriggio, partirò alla volta della casetta (casaccia, in...

Close