Capelli sfibrati, ecco alcuni rimedi


capelli sfibrati cure

Capelli sfibrati, sciupati e che cadono dopo lo stress dell’estate: ecco alcuni possibili rimedi

Alla fine dell’estate ho i capelli rovinati. Come trattarli? Come rivitalizzarli?

Queste sono domande molto frequenti fra le donne.

Sole, salsedine, cloro, lavaggi frequenti, ripetute spazzolate, soprattutto sui capelli bagnati e quindi più fragili, regalano alla fine dell’estate una capigliatura opaca, indisciplinata, povera di vitalità, con cadute più significative.

Soprattutto dopo periodi trascorsi al mare, la fibra del capello perde il suo naturale equilibrio, risulta povera di idratazione, mancando della protezione lipidica esterna, si presenta con le squamette sollevate che non riflettendo più alla luce danno alla chioma un aspetto spento, poco curato.

-------------
-------------

Al rientro dalle vacanze è indispensabile quindi intervenire miratamente ai problemi che si riscontrano.

Occorre usare shampoo delicati o energizzanti a seconda dell’esigenza, o trattamenti intensivi e integratori che apportino dall’interno il giusto nutrimento alla fibra.

Quando sono stressati e sfibrati in particolare, (i segni evidenti sono quelli che abbiamo appena elencato) i capelli richiedono attenzioni particolari,tenere sempre presente che il lavaggio è un momento delicato,usare shampoo dall’azione lenitiva, maggiore riguardo invece si deve avere per la qualità dei prodotti utilizzati per quanto concerne balsamo e maschera.

 

Rimedi per capelli sciupati: cosa si può fare dall’esterno

Dopo ogni shampoo utilizzare sempre un balsamo idratante che contrastando la secchezza nutre in profondità e migliora la qualità del fusto capillare. Vi raccomando, non fate “miscugli”: è sempre più efficace usare i prodotti della stessa marca e linea.

Al posto del balsamo una o due volte a settimana vanno bene abbinati maschere o trattamenti ‘urto’ a base di principi altamente restitutivi come la cheratina e il collagene, riparano le rotture del capello, risaldano le squamette, nutrono in profondità donando vitalità alla fibra. Se sono presenti doppie punte, solo queste cure non bastano, occorre comunque spuntarli.


 

 Gli integratori: come si può agire dall’interno

Circa dopo tre o quattro settimane dopo le vacanze estive, ci si può trovare a fare i conti con un progressivo indebolimento della capigliatura che favorisce una caduta dei capelli più abbondante rispetto a quella fisiologica

In questo caso la causa sono le lunghe esposizioni al sole che provocano profondi danni al bulbo e una conseguente perdita di forza del capello. Vediamo i possibili rimedi: amminoacidi,vitamine e antiossidanti.

bioscalin Un buon prodotto è il Bioscalin di Giuliani (l’ho usato durante un autunno e in primavera e i risultati si sono visti, li fa crescere anche più velocemente!), un integratore che associa la biogenina alla zeaxantina e alla rutina per un’azione mirata contro l’indebolimento del capello, oltre che ricco di amminoacidi, antiossidanti e vitamine basta una compressa al giorno per rendere la chioma più lucente ed elastica. E’ adatto a uomini e donne di tutte le età, si trova nelle farmacie al costo di 26 euro.

 

Più specifico invece per problematiche dei capelli della donna è il Tricoren di Marco Antonetto, anche questo ad azione rigenerante e contenendo 20 diversi nutrienti stimola: crescita, lucentezza e volume otre che riparare gli effetti ossidanti del sole. Si trova nelle farmacie al costo di 18 euro.

 

Video:

[scritto da Tina Di Biase]

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... bellezza, bioscalin, capelli, shampoo, sole
Eleganza e fascino delle modelle svedesi

La Svezia oltre ad offrire splendidi paesaggi, famosi monumenti e importanti musei, ci regala stupende...

Chiudi