I disturbi della vista nei bambini, dalla miopia allo strabismo: sintomi e accorgimenti



problemi della vista nei bambini

I problemi nella vista dei bambini: come accorgersi se vostro figlio ha disturbi come miopia, strabismo o occhio pigro

La vista è uno dei cinque sensi che i bambini sviluppano lentamente. Infatti alla nascita i bambini hanno un campo visivo molto ridotto, non sono in grado di vedere e quindi distinguere i colori ma vedono molto sfuocato, distinguendo solamente luci e ombre intorno a loro.

Molte mamme, intorno ai tre mesi, prendono appuntamento col pediatra o con l’oculista allarmate perché il bambino sembra strabico. In realtà è normale, in quanto quando fissa un oggetto vicino tende a incrociare gli occhi. Questo “fenomeno” viene chiamato convergenza, che passerà intorno ai 9 mesi, quando finalmente il bimbo avrà imparato a coordinare entrambi gli occhi e distinguerà dei colori precisi (il rosso, il verde e il blu) e la vista acquisterà i 5 decimi. Crescendo, acquisirà piano piano vista fino a raggiungere, intorno ai 2 anni, i 10 decimi.

Fermo restando che, una volta nato, i dottori fanno tutti gli esami del caso, vista compresa, per escludere problemi gravi, gli esperti consigliano comunque di fare la primissima visita oculistica durante il suo sviluppo, quindi intorno ai 6 e i 9 mesi, anche se sarà molto difficile diagnosticare patologie o problemi in quanto ogni bambino ha uno sviluppo diverso. I dottori comunque raccomandano di fare una ulteriore visita intorno ai 3 anni, anche prima se il bambino ha determinati comportamenti (strizzare gli occhi, occhi arrossati, se tende a chiudere un occhio per fissare un oggetto lontano da lui).

Tra le patologie più comuni, ci sono lo strabismo (cioè gli occhi storti) e l’ambliopia (l’occhio pigro). Essi sono strettamente legati tra loro e spesso si possono confondere. Uno strabismo leggero dato dall’occhio pigro può essere curato bendando l’occhio buono per far sforzare l’altro, mentre se gli occhi sono proprio fuori asse ci vuole l’intervento chirurgico.

-------------
-------------

Altri difetti della vista sono la miopia (difficoltà a vedere da lontano), l’astigmatismo (immagini sfuocate, tipo a zig zag) e l’ipermetropia (difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti vicini, quindi anche a studiare). L’unica terapia è quella di far indossare gli occhiali al bambino. Impresa molto ardua, specie se sono molto piccoli. E’ meglio comunque prediligere lenti in plastica per evitare rotture, con una montatura di gomma.

Se i vostri figli hanno spesso mal di testa e bruciore agli occhi, si avvicinano troppo alla tv, hanno difficoltà a leggere e ad apprendere o strizzano troppo gli occhi, prendete subito appuntamento con uno specialista.

Fonte: http://www.guidaconsumatore.com/salute-bambini/disturbi_vista.html

GD Star Rating
loading...
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altro... bambini, ipermetropia, mamme, miopia, occhiali, strabismo
Gli animali dei cartoni animati Disney nella realtà (20 foto)

Sono stati i protagonisti della nostra infanzia o dei nostri figli. Chi non ricorda l'elefantino...

Chiudi