Lucavolonte.eu e Pretofilia, Tophost censurato



Ho ricevuto pochi minuti fa un email dal mio vecchio fornitore di hosting, tophost.it, in merito ad una faccenda di cui non vorrei mai sentir parlare, almeno in Italia e in modo così evidente: la censura.
Il caso risale a non molto tempo fa, quando nella Rete venne diffuso, dopo lo scandalo dei
preti pedofili (il video su Youtube, poi ripreso da Santoro in AnnoZero) un giochino in flash
dal nome Pretofilia.
L’ho visto, ci ho giocato qualche minuto; nulla di entusiasmante, ma tant’é: oggetto del
giochino l’attenzione morbosa (diciamo così) di un gruppetto di preti nei confronti di bambini. A ‘coprire’ i preti ci sono dei loschi figuri che cercano di dissuadere gli scandalizzati passanti di chiamare la polizia.
Beh, un giochetto non proprio innocente, ma pur sempre un giochetto si tratta.
Poi ad un certo punto, la ‘mannaia’ della polizia postale, come descritto qui.
Non mi pronuncio sul giochino, che non giudico divertente ma nemmeno lesivo della dignità della Chiesa (di fatto è satira estrema su un fenomeno orribile – la pedofilia –  che ha coinvolto e coinvolge molti esponenti religiosi), ma vi posso assicurare che in Rete (e anche su server italiani) c’è molto di peggio.
Libero Stato in libera Chiesa?

"La satira non è nè terrorismo nè odio: è solo irriverenza. Se non si capisce questo, non se ne esce" Daniele Luttazzi
GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in censura, chiesa, dominio, hosting, pedofilia, pretofilia
In Australia? C’è il copyright, vietato cantare in pubblico

"Una famiglia che decidesse di tenere un picnic di compleanno in un luogo di intrattenimento...

Close