Carte di credito per pagare la benzina: sospeso il ‘no rid day’



sciopero benzinai no rid day

Sospeso lo sciopero dei benzinai contro l’uso di pagamenti via carte di credito e bancomat

Per chi ha una macchina e periodicamente fa il pieno, è molto comodo per saldare il rifornimento alla pompa l’utilizzo delle carte di credito oppure del bancomat. Una comodità che è però sconveniente per i gestori delle pompe di benzina, al punto che nei giorni scorsi le Associazioni di categoria hanno proclamato il “No Rid Day“. La protesta, che sarebbe dovuta scattare sotto le festività, è stata per il momento annullata considerando l’apertura del Governo a discutere su un tema spinoso, quello delle commissioni bancarie pagate dai gestori per i rifornimenti degli automobilisti pagati con la moneta elettronica.

 


Il Governo, in un tavolo da aprire insieme ai gestori delle pompe ed al sistema bancario, dovrebbe metterci del suo per fare in modo che gli acquisti di carburante con moneta elettronica possano essere convenienti per tutti. Ed invece ad oggi presentarsi con la carta di credito, quando si fa benzina per 10-15 euro, fa storcere il naso al gestore della pompa di carburante in quanto i margini di guadagno dalla vendita sono oramai ridotti all’osso.

I gestori delle pompe, lo ricordiamo, guadagnano pochi centesimi di euro a litro in quanto il grosso del prezzo lo intascano da un lato le compagnie petrolifere, e dall’altro lo Stato che su benzina e diesel applica innumerevoli accise, alcune delle quali in vigore da decenni senza oramai una plausibile ragione se non quella di fare cassa ad ogni costo.

GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in benzina, carta di credito, confcommercio, no rid day, protesta
malati parkinson protesta cassino
Chiusura ospedale San Raffaele a Cassino, la protesta dei malati di Parkinson

Riceviamo e pubblichiamo un'accorata email da parte dell'associazione malati di Parkinson della Ciociaria, che segnalano...

Close