Facebook genera invidia, uno studio ora lo prova



facebook invidia

Secondo una ricerca guardare le foto degli amici su Facebook crea invidia e frustrazione

Se qualche volta aprendo Facebook avete provato invidia per lo stato di un vostro amico non sentitevi troppo in colpa, perché è più normale di quanto possa sembrare e perché lo stato del vostro amico è con ogni probabilità amplificato, proprio per generare invidia.

A Lipsia, a fine febbraio, verrà presentato alla Conferenza di Sistemi Informativi uno studio condotto da Hanna Krasnova, dell’Università Humboldt di Berlino, e dal professor Buxmann, dell’Università di Darmstadt, le cui prime anticipazioni portano alla conclusione che Facebook genera invidia e frustrazione in almeno un terzo degli utenti.

Secondo questo studio, infatti, l’orientamento della maggior parte degli utilizzatori del famoso social network è di costruire i propri profili tendendo a esagerare uno stato di benessere, attraverso la pubblicazione di post non necessariamente corrispondenti alla realtà e di foto in cui si compare felici e sorridenti.

Se un amico entra in un profilo del genere percepisce uno stato di benessere, fittizio o meno che sia, provando istintivamente un senso di invidia, che rischia di spingerlo a migliorare l’immagine che traspare di se, innescando a sua volta un sentimento di invidia in coloro che visioneranno la sua bacheca.

-------------
-------------

Sempre secondo questo studio, quindi, molti utenti di Facebook tendono ad amplificare la propria felicità con il solo scopo di generare invidia e apparire con una esistenza migliore di quanto in realtà sia, ma tale tendenza sarebbe direttamente proporzionale al grado di serenità e soddisfazione raggiunto nella vita reale.

I risultati di questa ricerca non sembrano sorprendere più di tanto, perché riportano nel virtuale determinate emozioni ritrovabili nella realtà, tuttavia resta la preoccupazione riguardo l’effetto che il social network può avere sulle emotività più fragili, portando l’attenzione sull’importanza di monitorare l’accesso a Facebook dei soggetti più giovani.

 

fonte:

Video:

http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Facebook-logora-chi-gia-ce-lha-Studio-rivela-Genera-frustrazione-e-invidia_314106585888.html

GD Star Rating
loading...
Facebook genera invidia, uno studio ora lo prova, 8.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... facebook, foto facebook, giovani, invidia, psicologia
fabrizio corona ricercato
Fabrizio Corona ricercato in tutta Europa, ma i fans sono con lui (aggiornamento: si è costituito)

 Continua la fuga di Fabrizio Corona, ricercato in tutta Europa Sta assumendo i contorni di...

Chiudi