Redditometro, attenzione agli investimenti



entrate uscite reddimetro

Il nuovo sistema anti-evasione fiscale terrà conto di varie tipologie di investimento: immobili, terreni, titoli azionali ed obbligazionari, conti correnti. E’ consigliabile tenere traccia negli anni dei principali spostamenti di denaro.


Molto si è discusso sul nuovo sistema anti-evasione fiscale ovvero il redditometro. In questo articolo vogliamo focalizzarci sul tema investimenti per analizzare i tipi e le modalità d’investimento che potrebbero essere soggette a controlli.

Innanzitutto, non bisogna creare falsi allarmismi perché chi non ha nulla da nascondere al fisco non ha nemmeno nulla da temere. Infatti, per quanto riguarda gli investimenti, il redditometro analizzerà più voci ovvero valuterà le uscite economiche dei cittadini ponderandole con le medie Istat, tenendo in considerazione non solo gli investimenti fatti ma anche i disinvestimenti effettuati nello stesso periodo.

-------------
-------------

Per quanto riguarda l’acquisto di un bene verranno considerati investimenti e disinvestimenti considerando i 4 anni che precedono l’acquisto del bene stesso. Si riduce quindi molto la possibilità di essere inseriti nel libro nero del fisco per semplice compra-vendita di strumenti finanziari.

 


Ma, in sostanza, quali tipologie di investimenti verranno analizzate dal nuovo redditometro? Qui siamo di fronte ad un gran numero di tipologie diverse di strumenti finanziari come investire in materie prime tra cui l’oro,  azioni e obbligazioni, assicurazioni, fondi di investimento, contributi previdenziali, buoni postali, conti di deposito, ma anche strumenti finanziari in valuta straniera.

Saranno valutati molti beni, compresi naturalmente i beni immobili, quali terreni o case, e i beni mobili come barche, aerei, moto o auto. Insomma davvero nulla dovrebbe sfuggire all’occhio attento di quello che oggi è stato definito a buon ragione il vero Grande Fratello di questo periodo di crisi economica.

Bisognerà stare attenti quindi a non inciampare in compravendite che possano suscitare l’interesse del redditometro che potrebbe essere stimolato da movimenti economico/finanziari di una delle tipologie sopra descritte che non siano direttamente giustificate e compensate da altri movimenti finanziari.

Un esempio tipico potrebbe essere quello di un onesto cittadino che acquista casa senza vendere investimenti collegabili alla stessa persona. Questo attira l’attenzione del nuovo redditometro anche se va ribadito che grande priorità andrà data ai movimenti di elevate somme di denaro. Proprio per questo motivo le figure professionali principalmente indiziate di essere tenute sotto controllo dal redditometro saranno proprio i liberi professionisti, gli imprenditori e i commercianti.

Il problema è che si potrebbe venir chiamati dall’Agenzia delle Entrate a dover dare spiegazioni di operazioni lecite ma magari effettuate in un margine di tempo superiore ai 4 anni analizzati dal nuovo sistema. In questo caso, bisognerà aver cura di essere in grado di poter dimostrare questi spostamenti di denaro, per esempio legati ad un disinvestimento precedente ai 4 anni, attraverso reso conti del propri conti correnti o in altra forma. Verranno a formarsi file interminabili nei corridoi dell’Agenzia delle Entrate? Staremo a vedere.

fonte: http://www.finanzamilano.it/

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in agenzia delle entrate, evasione fiscale, investimenti
redditometro pensionati
Il redditometro 2013 non riguarderà i pensionati

Redditometro, i pensionati non devono aver paura di controlli: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate Cosa...

Close