Pensione anticipata, forti decurtazioni: fino a 209 euro in meno. L’allarme del sindacato pensionati



Per chi va in pensione anticipata, prima dei 66 anni, prenderà fino a 209 euro al mese in meno

pensione anticipata

In questi giorni il nuovo Governo del Premier Enrico Letta ha annunciato per le pensioni delle possibili novità che, se approvate, rischiano di generare delle forti penalizzazioni. A lanciare l’allarme è stato il Sindacato dei pensionati Spi-Cgil precisando in particolare che le pensioni subirebbero mediamente penalizzazioni fino a 209 euro al mese.

 


Trattasi di penalizzazioni, o decurtazioni se si vuole essere proprio precisi, che scatterebbero a carico di chi va in pensione prima dei 66 anni. In pratica lo Stato italiano permetterebbe di andare in pensione prima ma con la pensione ridotta. Il Sindacato ha fatto in merito l’esempio di un pensionato che decide di ritirarsi dal lavoro a 62 anni che percepirebbe ben 2.709 euro l’anno in meno considerando una pensione mensile di 1.532 euro che si ridurrebbe a 1.323 euro al mese.

Andare in pensione, nelle intenzioni del nuovo Governo, costerà caro prima dei 66 anni come segue in base ai calcoli del Sindacato Spi-Cgil: si perdono 167 euro al mese andando in pensione all’età di 63 anni, 115,32 euro a 64 anni, 59,54 euro al mese a 65 anni.

In base a questi calcoli, il Sindacato Spi-Cgil non è contrario a priori alla flessibilità in uscita dal lavoro, ma questo non si può fare sempre scaricando come al solito tutto sui pensionati. Stando a quanto rilevato dal Sindacato, infatti, andare in pensione prima è penalizzante e, di conseguenza, non agevola di certo l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

-------------
-------------
GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... anziani, enrico letta, pensionati, pensione, pensione anticipata
imu prima casa
Imu prima casa sospesa dal Governo Letta, ma sulla decisione è scontro politico

 Il pagamento Imu sulla prima casa è sospeso. Berlusconi dice che è merito suo, ma...

Chiudi