Foto turista russa morta a Formia sulla spiaggia: non è un fotomontaggio, ecco perchè


La notizia della turista russa morta sulla spiaggia a Formia fa il giro della Rete e va persino sul DailyMail. In molti credono si tratti di un fotomontaggio, ma è solo una diversa angolazione delle due foto del lenzuolo con sfondi diversi a trarre in inganno

E’ un fotomontaggio o no? Ha fatto bene il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo a chiedere scusa così repentinamente con un manifesto? I bagnanti sono stati davvero così indifferenti e incivili?

Queste le domande che ci si pone, qualche decina di ore dopo la notizia della morte sulla spiaggia a Formia: una turista russa che faceva il bagno sulla riviera di ponente a Formia è stata colta da malore ed è morta poco dopo l’inizio delle operazioni di soccorso. Coperta da un lenzuolo bianco, il suo corpo è rimasto per qualche tempo sulla spiaggia, in attesa di essere portato via. Nel frattempo un fotografo ha immortalato la scena con tre fotografie: tutte e tre riportano il lenzuolo bianco con il cadavere, e sullo sfondo turisti che fanno il bagno, giocano a racchettoni, o si scambiano effusioni.

La notizia ha fatto letteralmente il giro del pianeta tramite internet: non solo Ansa e Corriere, ma anche Repubblica, Dagospia, Il Mattino, Tgcom24 per citare le testate nazionali; Il Dailymail e il Telegraaf, per citare i siti stranieri.

Analizziamo, dunque, due delle tre foto in circolazione, perchè in molti hanno gridato al fotomontaggio.

Sul sito Repubblica.it le immagini del cadavere sulla spiaggia a Formia vengono mostrate in grande, e come fonte viene citata l’Ansa, mentre il Dailymail e il Telegraaf riporta come distributrice della foto l’agenzia Epa, e come autore Renato Olimpo.

Riportiamo per comodità le due foto qui sotto.

turista morta spiaggia formia 2 turista morta spiaggia formia 1

Cliccate sopra le immagini per vederle in grande. Apparentemente sembra un fotomontaggio: un cadavere, per definizione, non può muoversi, e gli sfondi sono diversi. Ma a guardare bene ci si rende conto che non è una foto fake ritoccata al Photoshop. Guardate l’asciugamano bianco accanto al lenzuolo: l’ho indicato con una freccia rossa per farlo vedere meglio. La posizione è diversa, e sta ad indicare che il fotografo si è spostato, in modo da cogliere (magari dopo un lungo e paziente appostamento) il momento del bacio tra i ragazzi presenti negli ombrelloni dietro.

Dunque nessun fotomontaggio, solo un abile gioco di prospettiva, come dicevo ieri.

Una rilevanza internazionale che inevitabilmente ha messo in brutta luce Formia, la sua spiaggia e i suoi turisti (basti pensare che un utente straniero digita nella sua lingua su Google termini come ‘spiaggia Formia’ e si ritrova il link a Google news che parla della notizia della bagnante russa morta e delle persone che giocano nelle vicinanze a racchettoni): a questo punto riteniamo che abbia fatto bene Bartolomeo a chiedere scusa, sottolineare che la stragrande maggioranza dei cittadini condanna questi comportamenti dettati da scarsa sensibilità sociale e da una superficialità ai limiti del cinismo.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... cronaca nera, formia, fotomontaggi, morte, prospettiva
turista morta sulla spiaggia a formia
Morto sulla spiaggia a Formia, i giornalisti – sciacalli: “turisti indifferenti”. Ma non è vero

Il vergognoso articolo dell'Ansa "Cadavere in spiaggia, indifferenza dei bagnanti che giocano a racchettoni", figlio...

Chiudi