Salerno, scandalo diplomi facili a giovani attori e calciatori



Diplomifici nel salernitano: studenti compravano diplomi falsi senza studiare e sostenere esami. Tra loro un giocatore dell’Avellino e un’attrice dei Cesaroni

diplomi falsi salerno

Nel salernitano, sono state scoperti due diplomifici, che consentivano agli studenti di acquistare diplomi senza frequentare le lezioni. Gli studenti pagavano dai 2500 ai 5000 euro ed in cambio, ottenevano facilmente il diploma di geometra o ragioniere, senza impegno e sacrifici di alcun tipo. I maggiori acquirenti, provengono da tutte le regioni italiane, in particolare : Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio, Puglia, Calabria e Basilicata. L’ istituto in questione è il Leon Battista Alberti. Sono stati individuati ed arrestati i responsabili con l’ accusa di associazione a delinquere, truffa ai danni dello Stato, falso continuato.

A seguito di un’ indagine fiscale è scattato l’ allarme dei finanzieri, i quali, una volta fatta irruzione all’ interno della scuola, hanno trovato tutte le aule vuote. Nonostante le numerose iscrizioni, avvenute durante l’ anno scolastico 2011-2012 all’ interno della scuola, la maggior parte degli studenti che dichiaravano di avere la residenza a Salerno, in realtà risiedevano in altre regioni italiane. Al termine del 2012, il riscontro del mancato pagamento delle imposte e dei contributi sulle retribuzioni dei dipendenti, ha messo in luce un debito nei confronti dell’ Erario, attestatosi intorno ai 5,7 milioni di euro.

 


Fra tutti gli studenti che hanno comprato il diploma, come rivela il Corriere, configura anche Micol Olivieriuna giovane attrice italiana, conosciuta per la sua partecipazione nel cast della serie televisiva “I Cesaroni” , nel ruolo di Alice.  Oltre a lei, un lungo elenco di giovani calciatori, non professionisti, tra i quali il giocatore dell’ Avellino Gianmarco Zigoni.

Il meccanismo truffaldino, sarebbe stato messo in atto dai docenti, che utilizzavano sistematicamente penne cancellabili, in merito all’ annotazione di assenze e di lezioni sui registri di classe. In questo modo, in un secondo momento, sarebbe avvenuto “l’aggiustamento” delle registrazioni in segreteria, evitando cosi un surplus di assenze da parte degli alunni, che consentiva loro di essere ammessi alle classi successive. Venivano inoltre, inviate agli studenti fuori sede tramite posta, le tracce delle prove di verifica. Una vera e propria “industria del falso”, che permetteva anche di falsificare certificati di idoneità dei ragazzi del quinto anno, i quali venivano automaticamente ammessi agli Esami di Stato finali, senza i dovuti requisiti.

-------------
-------------
GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in attrice, calciatori, diploma, esami, falsi, Gianmarco Zigoni, i cesaroni, Micol Olivieri, salerno, scuola, studenti
riconoscimento oro falso
Come riconoscere l’oro vero da quello falso

Riconoscimento dell'oro falso: come fare per capire se un gioiello è d'oro vero o no...

Close