Guida in stato d’ebbrezza, nessun ritiro della patente se l’etilometro dà due risultati uguali



Se l’etilometro dà due risultati uguali a distanza di oltre 10 minuti, c’è un difetto nell’apparecchio e l’alcoo test è nullo. Il caso di un automobilista ubriaco assolto, a cui è stata restituita la patente e dissequestrata l’auto

alcool test nulloSiamo quasi ad agosto, e da sempre questo mese dell’anno per moltissimi rappresenta il periodo delle ferie, e delle tanto desiderate vacanze. Si va nei luoghi di villeggiatura, si esce la sera, si beve in compagnia e si prende l’auto. Forse con tanta, troppa leggerezza, anche se si è alticci. La paletta rossa al posto di blocco carabinieri, però, ci fa capire che forse era meglio se lasciavamo l’auto nel parcheggio, prima di risalire a bordo.

Ma è troppo tardi: il test dell’etilometro ci rivela, tramite analisi dell’aria espirata, che siamo andati oltre il limite consentito per legge, ovvero 0,50 grammi di alcool per litro di sangue. Scatta l’illecito amministrativo della guida in stato d’ebbrezza, disciplinata dall’articolo 186 del codice della strada. Nei casi più gravi, cioè se il test del palloncino segna valori più alti di 0,8 scatta il reato. Oltre al ritiro della patente e alla sanzione da pagare, c’è anche il sequestro dell’auto se l’alcool test inserisce il trasgressore nella cosiddetta ‘terza fascia’, ovvero valori alcolemici superiori a 1,5 g/l.

Affinchè sia valido, occorre che l’alcool test venga ripetuto. Quindi in totale devono esserci due prove del palloncino, ad una distanza di tempo NON inferiore a cinque minuti l’una dall’altra.Solo se entrambe sono positive (valori maggiori di 0,50) allora scatta la guida in stato d’ebbrezza.

La sentenza 8005/12 del tribunale di Milano, risalente allo scorso anno, però ha introdotto un’ulteriore regola: l’automobilista ubriaco imputato per guida in stato d’ebbrezza può essere assolto se le due prove dell’etilometro danno risultati identici, a distanza di tempo superiore a dieci minuti.

Nel caso in questione, la sentenza di assoluzione si riferisce ad un automobilista che era stato sottoposto all’alcool test durante un controllo in autostrada. Risultato della prima prova: 1,58.

-------------
-------------

Risultato della seconda: 1,58, a distanza di tredici minuti dalla prima.

Per il giudice in caso di due risultati uguali dell’alcool test è ragionevole il dubbio che sia stato l’etilometro a presentare qualche “anomalia”, anche e soprattutto dopo aver consultato il consulente tecnico, che già aveva detto la sua in sede d’indagini difensive, affermando che non gli era mai capitato un caso del genere in vari anni di esperienza all’istituto di medicina legale.

In ragione di questo fatto, l’imputato, pur essendo in terza fascia, è stato assolto, gli è stata riconsegnata la patente e dissequestrato il veicolo.

 

Video:

via: http://www.baresinelmondo.it/

GD Star Rating
loading...
Guida in stato d’ebbrezza, nessun ritiro della patente se l’etilometro dà due risultati uguali, 7.0 out of 10 based on 1 rating
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... assoluzione, carabinieri, codice della strada, etilometro, patente, ritiro patente, sequestro
droga facebook
Appuntamenti su Facebook per spacciare droga, presi pusher minorenni

Spaccio di droga, gli appuntamenti venivano fissati tramite Facebook: denunciati minorenni a Camerino Quattro ragazzi,...

Chiudi