Test del palloncino, ecco perchè si chiama così. Le origini dell’alcool test



test del palloncino
Perchè l'etilometro si chiama anche prova del palloncino? La risposta che l'intuito suggerisce è anche quella più ovvia: in origine si doveva soffiare dentro un palloncino.
L'alcool test fu usato per la prima volta il giorno di san Silvestro, quando i festeggiamenti del nuovo anno portano molte persone ad esagerare con l'alcool. Era il 31 dicembre 1938, e venne utilizzato dalla polizia di Indianapolis un dispositivo inventato dal dottor Rolla Harger,un biochimico dell'università dell'Indiana, nel 1931. Il dispositivo venne brevettato nel 1936.
Il suo funzionamento era semplice: si doveva soffiare in un palloncino, poi l'aria così catturata veniva mescolata con una soluzione chimica, che le faceva cambiare colore, se il fiato conteneva alcool. Più scura era la soluzione e maggiore era l'alcool presente, e ciò testava lo stato di ubriachezza della persona.
Harger non si limitò a creare l'alcool test che prende il suo nome, ma sviluppò una formula matematica che stimava il livello di alcool nel sangue di una persona, a partire dalle misurazioni con il test del palloncino.
Bisogna dire che tentativi di misurare l'alcool ingerito da una persona attraverso il suo fiato erano stati già pensati, ma mai realizzati, già alla fine del 1700. L'innovazione è stata quella di inventare un metodo che permettesse immediatamente, senza ricorrere al test del sangue o delle urine, un ubriaco alla guida, e quindi di prevenire gli incidenti.
Per risalire invece al primo prototipo dell'etilometro moderno, che ha poi sostituito il 'drunkometer' Harger, bisogna aspettare fino al 1954, anno di creazione dell'etilometro, ad opera del dottor Robert Borkenstein, un tecnico di laboratorio della polizia di stato dell'Indiana.

Video:

[tradotto da wired.com]

GD Star Rating
loading...
Test del palloncino, ecco perchè si chiama così. Le origini dell'alcool test, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... brevetti, etilometro
L’etilometro e’ inaffidabile, e sbaglia fino al 27%. Test shock a Genova

Scrivo questo articolo, ve lo confesso, con un po' rabbia. Esattamente un anno fa, quando...

Chiudi