Bari : dottoressa uccisa con 28 coltellate da un suo paziente


Paziente tossicodipendente uccide medico a Bari

paola labriola uccisaUna dottoressa di 53 anni, Paola Labriola, che svolgeva servizio come psichiatra presso un Centro di salute mentale di Bari, questa mattina è stata accoltellata da un suo paziente durante una visita. Il paziente era un tossicodipendente che ha richiesto alla dottoressa del denaro, ma al rifiuto della psichiatra, l’ uomo di 44 anni, l’ ha colpita con 28 coltellate al collo, alla schiena e ad altre parti del corpo, scaricandole addosso tutta la rabbia che aveva utilizzando un coltello da cucina dalla lama affilata lunga circa 12 centimetri, che probabilmente si era già portato da casa.

L’ assassino, Vincenzo Poliseno, subito dopo il delitto, è stato fermato dalla polizia e condotto in Questura. Immediate sono state le polemiche riguardo alla sicurezza della struttura; i medici avevano infatti fatto richiesta di una guardia giurata, ma per via di problemi economici il servizio non era stato concesso.

La vittima, la psichiatra Paola Labriola, era anche madre di due gemelli di dodici anni e da tutti era stimata e ritenuta un’ottima dottoressa sempre buona e disponibile con i suoi pazienti.

Questa mattina, sul luogo dell’ omicidio, sono intervenuti i soccoritori del 118, ma purtroppo non hanno potuto fare nulla per  salvare la vita della donna. I colleghi della dottoressa, tutti sotto evidente stato di choc, accortisi dell’ accaduto, hanno dato immediatamente l’ allarme, ma inutili sono stati i tentativi di soccorso, in quanto le numerose coltellate inferte dall’ uomo alla donna, sono risultate fatali tanto da decretarne il decesso.

Già da tempo, il centro di igiene mentale, era sotto accusa per rischi riguardanti la sicurezza degli operatori nel centro in un quartiere della città, considerato difficile. Il  direttore generale, però, non riteneva la struttura tra quelle a rischio e per tale motivo, non aveva voluto prendere i dovuti provvedimenti garantendo maggiore sicurezza ai dipendenti del centro, che da tempo si  lamentano di questa ignobile situazione.

Inoltre, l’ uomo che ha aggredito la dottoressa, non risulta avere problemi psichici, ma da tempo era un utente dei servizi del centro di salute mentale. Questa mattina,era arrivato con l’ intento di chiedere dei soldi alla dottoressa, ma dato il suo rifiuto, l’ uomo le si è scagliato addosso accoltellandola ripetutamente ed infierendo sul corpo ormai martoriato.

Un ennesimo caso di malasanità o meglio di problemi di sicurezza sul lavoro, dunque, che già in passato aveva messo a repentaglio la vita di altri dipendenti e che questa volta, purtroppo, è sfociato in tragedia, causando la morte di una stimata dottoressa, molto dedita al suo lavoro, che svolgeva sempre con passione e cura verso i suoi pazienti.

Fonti :

http://bari.repubblica.it/cronaca/2013/09/04/news/paziente-65859343/?ref=HREC1-2

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/notizie/cronaca/2013/4-settembre-2013/dottoressa-uccisa-una-coltellatafermato-presunto-assassino-2222900227321.shtml

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... accoltellamento, bari, cronaca nera, dottore, malasanità, morte, notizia del giorno, notizie repubblica, omicidio, paola labriola
nugtella canna
La Ferrero fa causa alla Nugtella, la Nutella con marijuana

La Nugtella, cioè la Nutella drogata con cannabis, fa arrabbiare la Ferrero che minaccia azioni...

Chiudi