India, condannati a morte gli stupratori dell’autobus.



Pena capitale per gli stupratori indiani che fecero morire una studentessa per le ferite interne subite con la violenza di gruppo

violenza ragazza indianaLa studentessa indiana di 23 anni stuprata a dicembre su un bus, morta a causa delle ferite interne  riportate in un ospedale a Singapore, ha finalmente avuto giustizia. Oggi, un tribunale indiano a New Delhi ha condannato a morte i quattro imputati riguardo allo stupro di gruppo avvenuto ai danni della ventitrenne. Il padre della ragazza,al termine della sentenza ha dichiarato di essere felice della notizia, in quanto finalmente sua figlia ha avuto giustizia.

Aggiunge inoltre, che i quattro stupratori non sono neppure degni del perdono, ma devono soltanto ottenere la pena capitale. Questa dunque, la sentenza che non perdona i fautori di un omicidio di gruppo “a sangue freddo”, senza alcuno scrupolo o rimorsi di coscienza per il delitto commesso.

Cosi, il giudice ha affermato che dinanzi a crimini di tale portata e crudeltà, non si può chiudere un occhio e far finta di nulla. Tra gli arrestati, uno degli uomini coinvolti si era suicidato a marzo, mentre un minorenne aveva ricevuto la condanna a tre anni di riformatorio che secondo la legge indiana è la massima pena che si possa infliggere ad un minorenne. La sentenza riguardante la pena di morte dovrà ancora essere esaminata dall’ Alta Corte di Delhi, può quindi ancora essere appellata dinanzi alla Corte Suprema. Dalle dichiarazioni degli avvocati potrebbero passare molti anni per il processo in appello.

In India, cosi come in altri paesi asiatici ma anche in quelli del Medio Oriente, tra cui Iran ed  Iraq, le donne sono purtroppo ancora notevolmente penalizzate e non hanno parità di diritti come gli uomini. Alle donne, considerate il “sesso debole” non viene data la giusta importanza ed il dovuto rispetto, motivo per il quale sono molto frequenti gli stupri e le aggressioni ai danni di giovani ragazze. Tante le proteste per vedere riconosciuti i diritti del mondo femminile e le battaglie contro la violenza sulle donne, affinchè chi compia abusi sessuali o aggressioni di una tale rilevanza, venga condannato ad una pena esemplare e subisca lo stesso supplizio che ha fatto patire alle sue vittime.

Fonti :

-------------
-------------

http://www.corriere.it/esteri/13_settembre_13/stupro-india-condanna-morte_a31065e2-1c53-11e3-8df2-24a872f62c06.shtml

Video:

http://www.repubblica.it/esteri/2013/09/13/news/india_stuprarono_studentessa_quattro_uomini_condannati_a_morte-66434344/?ref=HREC1-4

GD Star Rating
loading...
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... autobus, india, morte, notizia del giorno, notizie repubblica, processo, sentenza, stupro, violenza
bandi unione europea
Bandi Unione Europea, non sono validi se non sono scritti anche in italiano

Tribunale Ue : annullati i bandi scritti solo inglese, francese e tedesco Il Tribunale dell'...

Chiudi