Nuove regole per i padroni di cani, vediamo quali sono



Le regole da seguire per chi è proprietario di un cane

regole proprietari di caniTutti i proprietari di cani sanno quale gioia possono portare. Ci sono però delle regole da seguire, per tenerlo al meglio, sia quelle del buonsenso, ma anche dell’educazione che il Ministero della Salute ha appena introdotto con un’ordinanza specifica.

Questo per limitare il verificarsi di incidenti dovuti a una non corretta gestione degli animali d parte dei padroni.

Spesso, infatti i padroni tendono ad apprezzare la parte estetica e a curare l’alimentazione, piuttosto che l’educazione, mentre per ogni razza e per ogni esemplare, proprio come un bambino, bisogna essere preparati a capire i suoi bisogni, le sue esigenze e assecondare il suo carattere. Ebbene sì, anche gli animali possono essere lunatici, tristi, arrabbiati e annoiati.

Per prevenire, quindi,  danni o lesioni a persone, animali o cose, l’ordinanza stabilisce che il proprietario e il detentore di un cane, anche se temporaneamente, devono seguire determinate regole.

Per prima cosa, bisogna utilizzare un guinzaglio non superiore al mt 1,50 quando lo si porta fuori, e farlo uscire con una museruola rigida o morbida, se c’è il rischio che l’animale provochi danni.

-------------
-------------

Se si deve andare via per tanti giorni, meglio affidare il cane a persone competenti.

Quando si decide di adottare un cane, bisogna carpire più informazioni sulle sue caratteristiche fisiche e sulle norme da seguire.

Il cane deve avere un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con persone e animali, secondo il contesto in cui vive. Inoltre, il proprietario o detentore del cane deve raccogliere le feci con gli strumenti idonei.

Riassumendo, il padrone sarà responsabile per il proprio cane, anche moralmente, perché deve essere lui ad educare correttamente il cucciolo. Una scarsa educazione è pericolosa per gli altri e per il cane stesso.

Per aiutare i padroni nell’educazione dei loro amici a quattrozampe, verranno istituiti dei veri e propri percorsi formativi per i padroni, con tanto di patentino, che saranno organizzati da Comune e servii veterinari delle ASL. Le spese per i percorsi formativi, però graveranno sul proprietario del cane.

via: corriere.it/

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... cane, guinzaglio, legge, razze di cani
cane che va in autobus
Camillo, il cane esploratore che prende l’ autobus da solo

Cose strane: Camillo, il cane che viaggia in autobus L' amico a quattro zampe di...

Chiudi