Carnevale 2014 a Venezia: troppi divieti, è polemica



Divieti esagerati durante lo svolgimento del carnevale a Venezia

carnevale venezia divietiIl Carnevale di Venezia è iniziato da un pezzo, eppure nonostante i divieti fioccano le multe.

Il comandante generale della Polizia Municipale di Venezia infatti ha firmato nei giorni scorsi diverse modifiche provvisorie al regolamento comunale.

La ragione di queste modifiche è per aumentare la sicurezza durante il Carnevale di Venezia e quindi garantire lo svolgimento delle varie manifestazioni e gli eventi che lo rendono famoso in tutto il mondo. Ci sono molti divieti: il primo è il bando assoluto dei fuochi d’artificio e dei sacchi a pelo. In casi particolari, inoltre, la Polizia municipale potrà deviare il traffico pedonale, blindando quindi Piazzale Roma e transennando l’area circostante ad esso. Questo per evitare ogni possibilità di atti terroristici e di problemi correlati all’abbondante afflusso pedonale.

La Polizia quindi avrà facoltà fino al 4 marzo di istituire divieti di accesso per i veicoli per Piazzale Roma, eccetto le automobili dei residenti e di altre eccezioni particolari, come chi è in possesso di una prenotazione online del posto auto, chi deve accedere alla zona portuale, o ancora per i veicoli delle persone addette ai servizi pubblici e al soccorso pubblico, ovviamente.

Ma l’ordinanza che più lascia basiti è quella in cui, si cita testualmente, che fino al 4 marzo è “vietato nei luoghi pubblici e aperti al pubblico ogni comportamento atto a turbare la tranquillità o compromettere l’incolumità pubblica”. Il divieto è esteso quindi anche nell’uso di materiali quali vernici spray, la caratteristica schiuma colorata in bomboletta, castagnole, girandole e altri materiali che esplodano. Anche lanciare i coriandoli può essere considerata una attività illecita.

-------------
-------------

E’ vietatissimo inoltre accendere fuochi e comportarsi come in campeggio, ossia piantare tende e sacchi a pelo, o comunque sdraiarsi per terra in tutte le aree del centro storico e delle isole veneziane. Inoltre, è vietato usare apparecchi che diffondano suoni o rumori di sorta nelle aree di Piazza San Marco, in Piazzetta, sotto le Procuratie e dove ci saranno le manifestazioni autorizzate, in quanto si teme che disturbino.

Quindi, per chi ha nel cellulare una suoneria particolare, o vuole ascoltare musica con il suo iPod, o per chi ha qualcosa che faccia anche solo il minimo rumore, stia attento, perché può incappare in una salatissima contravvenzione!

Fonte: http://www.veneziatoday.it

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... carnevale, carnevale di venezia, legge, polizia, san marco
eutanasia belgio
Belgio, anche i bambini potranno chiedere l’eutanasia

Il Belgio è la prima nazione del mondo a permettere l'eutanasia anche per bambini di...

Chiudi