Busta paga lavoratori italiani, crollo epocale in cinque anni



La spending review del governo Renzi e gli 80 euro mensili (1000 euro all’anno) promessi nelle tasche dei lavoratori dipendenti non bastano per recuperare la diminuzione dei redditi di 2400 euro in cinque anni

governo renzi spending reviewIn cinque anni di crisi il reddito medio delle famiglie italiane è crollato. Il Premier Renzi punta a lasciare in tasca, in busta paga, 80 euro al mese in più dal prossimo mese di maggio del 2014, ma trattasi di una somma irrisoria a confronto con i dati forniti dall’Ocse.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha infatti reso noto che dal 2007 al 2012 nella zona euro il reddito annuale medio delle famiglie ha fatto registrare una contrazione di 1.100 euro, ma in Italia la caduta è stata pari alla bellezza di 2.400 euro.

 


Ecco perché, secondo il Codacons, gli 80 euro in più in busta paga devono essere solo il primo passo per ridare potere d’acquisto alle famiglie. Per l’Associazione, attraverso la spending review, serve un ulteriore aumento in busta paga per almeno 100 euro mensili a lavoratore.

Non è però tutto oro quel che luccica dalla spending review visto che, in accordo con quanto riportato dalla Cgia di Mestre, un capitolo di tagli alle spese, per 2,2 miliardi di euro, potrebbe interessare le pensioni.

-------------
-------------

L’auspicio è quello che si agisca sulle pensioni d’oro e non sulle indennità come quelle di accompagnamento, oppure sulle pensioni di invalidità civile altrimenti anche stavolta si darebbe da un lato e si toglierebbe dall’altro penalizzando le fasce socialmente più deboli della popolazione. In preallarme sulla spending review è anche il Sindacato della Uil che auspica che si eviti ancora una volta di utilizzare il settore del pubblico impiego come un bancomat.

GD Star Rating
loading...

Un pensiero riguardo “Busta paga lavoratori italiani, crollo epocale in cinque anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in cgia di Mestre, codacons, crisi, famiglie, governo, matteo renzi, redditi
renzi debito pubblico italia
Debito pubblico italiano inarrestabile da Berlusconi a Letta, e con Renzi?

Il debito pubblico continuerà ad aumentare con Renzi? La reazione di Federconsumatori e Codacons alle...

Close