Finale Coppa Italia, cosa è successo prima della partita: gravissimo un tifoso del Napoli



La finale di Coppa Italia inizia in ritardo, dopo l’ok del capo ultras napoletano ‘Genny ‘a carogna’. Prima della partita gravissimi episodi e scontri tra i tifosi. Ciro Esposito, un tifoso del Napoli, lotta tra la vita e la morte.

finale coppa italia napoliUna serata di ordinaria follia è andata in scena ieri sera allo stadio Olimpico di Roma, dove Fiorentina e Napoli si sono sfidate per la finale di Coppa Italia. Una figura magrissima per il calcio italiano, che getta un’ombra sinistra sul mondo degli ultrà nel nostro paese e in cui questura e lega calcio hanno dimostrato di non avere la forza necessaria a fronteggiare la criminalità che ruota attorno al mondo del pallone.

Il fatto più grave è indubbiamente quello successo prima della partita, quando frange di tifoserie avversarie si sono scontrate e ha addirittura avuto luogo una sparatoria in cui è rimasto coinvolto un tifoso del Napoli, rimasto gravemente ferito e attualmente in pericolo di vita. Il fatto, inizialmente, è stato liquidato dalla questura di Roma come un atto criminale slegato dal mondo dal calcio, ma questa ricostruzione, probabilmente diffusa per non accendere ulteriormente gli animi dei tifosi allo stadio, ha retto poche ore.

 


Durante la serata, infatti, è stato arrestato Daniele De Santis, noto ultrà giallorosso, che secondo gli inquirenti avrebbe sparato contro un gruppo di tifosi del Napoli dopo aver avuto un acceso diverbio con loro. Sono tre i supporter partenopei rimasti feriti, ma il più grave è il 27enne Ciro Esposito, colpito alla colonna vertebrale e ora in lotta fra la vita e la morte.

Quanto successo dopo, allo stadio, non è stato molto più edificante, perché visto il grave preambolo le società e la questura hanno preso in considerazione l’eventualità di sospendere la partita. Temendo che questa decisione potesse creare ulteriori problemi alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine e Hamsik sono andati sotto la curva dove erano stipati i tifosi del Napoli (che con un fitto lancio di fumogeni e petardi hanno anche ferito un pompiere) e hanno dialogato con “Genny ‘a carogna, capo ultrà e personaggio legato alla camorra, il quale, in un clima surreale, ha dato l’ok affinché la partita iniziasse.

Per pura cronaca sportiva, la coppa Italia è poi andata al Napoli, che ha sconfitto la Fiorentina con il punteggio di 3-1.

-------------
-------------

via: http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/05/03/news/coppa_italia_stadio_olimpico_blindato_per_la_finale_fiorentina-napoli-85135691/?ref=HREA-1

GD Star Rating
loading...

3 pensieri riguardo “Finale Coppa Italia, cosa è successo prima della partita: gravissimo un tifoso del Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in calcio, camorra, coppa italia, fiorentina, genny a carogna, notizia del giorno, notizie repubblica, roma, ultras
palermo serie a
Calcio, il Palermo torna in Serie A

Il Palermo torna in Serie A dopo un anno in B, grazie alla vittoria sul...

Close