Cos’è la Dieta Atkins? E funziona o no?



Dimagrire con la dieta Atkins, cioè togliendo i carboidrati, è veramente possibile?

dieta atkins no carboidratiLa dieta Atkins è la più longeva tra le diete preesistenti, basti pensare che è stata creata e battezzata dal medico Robert Atkins nel 1972. Il principio base di questa dieta è la riduzione o totale eliminazione dei carboidrati, ma secondo delle regole ben precise che analizzeremo in questo articolo. Pare, infatti, che molte persone si siano lamentante dell‘inefficacia di tale programma dietetico. Ma forse tale lamentela è in funzione del non corretto procedimento. Come accennato prima vediamo quali sono le regole da seguire, partendo dai cibi ammessi e quelli no!

I cibi che si possono mangiare nella dieta Atkins comprendono:

  • Carne
  • Prodotti caseari
  • Frutta secca a guscio
  • Olio di merluzzo
  • Verdura
  • Integratori di fibre

Vietati dunque pane, pizza riso e pasta, e cibi che contengono carboidrati in grande quantità.

Ora, partendo dalla carne, vediamo come possono essere consumati questi alimenti. La carne, che è la fonte principale di proteine a basso contenuto di carboidrati, deve essere consumata o al forno o alla brace. Ed assolutamente vietata la consumazione di carne in scatola o già confezionata, perché potrebbero contenere tracce di carboidrati complessi utilizzati come addensanti o conservanti, come per esempio l’amido di mais.

Per quanto riguarda i prodotti caseari, gli unici che possono essere consumati sono il Parmigiano, il Camembert, il Munster e il Cheddar. Inoltre, però di tanto in tanto è possibile consumare sia la mozzarella che il provolone, visto che hanno un bassissimo contenuto di carboidrati.

-------------
-------------

Alla categoria verdura appartiene solo il cetriolo, visto che è privo di carboidrati, differentemente da lattuga, ravanelli e sedano, che contengono carboidrati. Infine, però, dato il loro basso contenuto calorico possono essere consumati anche broccoli, cavolfiori, carote, asparagi, cavoli di Bruxelles.

Infine, la quantità di olio di merluzzo deve essere pari ad un cucchiaio e deve essere assunta prima di ogni pasto principale. La sua consumazione è fondamentale, giacché sono la naturale fonte di omega-3, acidi grassi che aiutano il metabolismo dei lipidi.

 

Video:

PEr approfondire: http://it.wikipedia.org/wiki/Dieta_Atkins

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... carne, conservanti, dieta, dimagrire, grassi, metabolismo
farina di soia
La farina di soia fa dimagrire, ecco perchè

Sostituire la farina di grano con quella di soia fa limitare l'apporto di carboidrati La...

Chiudi