Prestiti alle piccole e medie imprese, con l’Accordo per il Credito si può sospendere la rata: ecco come



Sospensione rate finanziamenti Pmi: Accordo per il Credito fino al 31 dicembre

prestito pmi rataGrazie al cosiddetto ‘Accordo per il Credito‘ fino al 31 dicembre del 2014, salvo ulteriori proroghe, le piccole e medie imprese possono continuare a chiedere nel rispetto dei requisiti la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei mutui e dei finanziamenti.

Trattasi di una misura straordinaria grazie alla quale le Pmi in difficoltà possono avere in cassa maggiore liquidità per riorganizzarsi e ripartire dopo tanti anni di crisi. Stando ai dati forniti dall’ABI, Associazione Bancaria Italiana, l’ultimo monitoraggio sulla sospensione dei debiti delle Pmi rivela come dal mese di ottobre del 2013 a quello di giugno del 2014 siano stata accolte oltre 27 mila domande.

Sono state per la precisione numero 27.151 le domande accolte che hanno permesso alle Pmi di avere in cassa liquidità aggiuntiva per complessivi 1,2 miliardi di euro rispetto ad un controvalore totale del debito residuo pari a 9,7 miliardi di euro.

Video:

L’‘Accordo per il Credito 2013‘ che è stato siglato dall’ABI e dalle principali associazioni di imprese del turismo, dell’industria, del commercio e dei servizi, non include solo delle misure di sospensione delle rate ma anche la possibilità, tra l’altro, di poter allungare per esempio la durata dei mutui fino a portare al raddoppio il piano di ammortamento nel rispetto dei seguenti massimali: un aumento della durata dei mutui fino a quattro anni per quelli ipotecari, ed un aumento fino a tre anni per quelli che sono stati erogati senza il rilascio di garanzie reali, ovverosia per i mutui chirografari.

GD Star Rating
loading...
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... imprese, prestiti alle imprese
liberalizzazione commercio
La liberalizzazione nel commercio porta disoccupazione e fallimento imprese

la deregulation e gli orari liberi per i negozi non hanno incrementato i consumi, tutt'altro:...

Chiudi