Aliquote e detrazioni Tasi 2014: ultima chiamata per i Comuni



I comuni che non hanno stabilito le aliquote Tasi hanno tempo fino al 10 settembre. Altrimenti si versa la Tasi direttamente a dicembre, tutta insieme

aliquote tasiMolti Comuni italiani, a pochi giorni oramai dalla scadenza dei termini previsti, non hanno ancora provveduto a deliberare in materia di aliquote e detrazioni sulla Tasi, la Tassa sui servizi indivisibili.

Trattasi, nello specifico, di quelle Amministrazioni comunali che non hanno fissato le aliquote entro lo scorso 23 maggio, e che ora per deliberare e trasmettere gli atti hanno tempo fino e non oltre il 10 settembre del 2014 come riporta e ricorda FiscoOggi, il Quotidiano telematico dell’Agenzia delle Entrate.

I Comuni, trasmettendo entro il 10 settembre del 2014 le delibere Tasi, in questo modo permetteranno ai contribuenti di poter versare la prima rata della Tasi entro la scadenza del 16 ottobre del 2014. Ma cosa accade se un Comune non trasmette gli atti entro i termini?

Ebbene, in tal caso arriverà la stangata per i contribuenti visto che il pagamento della Tasi slitterà con scadenza il mese di dicembre del 2014 in un’unica soluzione. Questo è quanto mette in evidenza la Federconsumatori nel far presente come ad oggi oltre quattro Comuni italiani su dieci in materia di aliquote e detrazioni Tasi non abbiano ancora deliberato.

E visto che per le famiglie sono tante le scadenze di fine anno, aggiungendo anche la Tasi da pagare in un’unica soluzione si rischia un altro Natale ‘gelido’.

-------------
-------------
Video:

La Federconsumatori con tale situazione prevede infatti l’ennesima caduta dei consumi e degli acquisti sotto Natale con tutto quel che ne consegue sul Paese che già da qualche mese deve fare i conti non più con la recessione ma con uno scenario ben peggiore rappresentato dalla deflazione.

GD Star Rating
loading...
Aliquote e detrazioni Tasi 2014: ultima chiamata per i Comuni, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... agenzia delle entrate, federconsumatori, fisco, tasi, tasse
Traffico di droga e contrabbando per rilevare il Pil

 L'eurostat vuole includere anche le attività illegali e sommerse, come droga e prostituzione, nella stima...

Chiudi