Italiani e risparmi: in aumento i depositi bancari e postali, male i titoli di Stato



I soldi delle famiglie sempre pronti per ogni evenienza: crescita di contanti e depositi bancari. Male i Bot, che rendono pochissimo. Ecco il rapporto del Censis

soldi italianiLa lunga crisi finanziara ed economica, e le incertezze legate all’occupazione negli ultimi anni, hanno profondamente modificato la propensione al risparmio degli italiani. I soldi, infatti, sono sempre più fermi nei conti correnti al fine di poterli utilizzare per ogni evenienza.

Questo è quanto emerso, tra l’altro, da un Rapporto del Censis, il nono numero del ‘Diaro della transizione’, che rivela in particolare come rispetto al 2007 l’ammontare complessivo dei contanti e dei depositi bancari detenuti dagli italiani sia cresciuto del 9,2% che, in controvalore, corrispondono alla bellezza di 234 miliardi di euro in più. Questa massa di liquidità aggiuntiva si è generata anche per effetto della riduzione dei consumi in famiglia, e del calo degli investimenti immobiliari che nel periodo di osservazione si sono addirittura dimezzati.

Il Rapporto del Censis, quindi, altro non ha fatto che scattare la fotografia sulla fine che hanno fatto i soldi degli italiani che in media hanno il 30% delle attività finanziarie allocate tra depositi bancari/postali e contanti rispetto ad una percentuale del 25% rilevata nel periodo pre-crisi.

Video:

E se quella di rimanere liquidi rimane la scelta primaria delle famiglie in materia di risparmio, le somme destinate agli investimenti sono state nello stesso tempo spostate, in maniera progressiva, dal titolo di Stato verso le azioni ed i prodotti del risparmio gestito. Questo perché i rendimenti dei titoli di Stato dal 2011 ad oggi, prendendo a riferimento i Bot, sono passati dal 5,9% del 2011 ad appena lo 0,4% dello scorso mese di giugno del 2014.

GD Star Rating
loading...
Italiani e risparmi: in aumento i depositi bancari e postali, male i titoli di Stato, 10.0 out of 10 based on 1 rating
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... banca, conto corrente, famiglie, investimenti, risparmio
poste chiusura conto corrente bancoposta
Chiusura conto corrente postale: ecco gli impegni di Poste Italiane

Il tempo di chiusura di un conto Bancoposta sarà di 15 giorni massimo: l'impegno delle...

Chiudi