Facebook e salute, malati insieme per darsi consiglio e supporto



Il nuovo obiettivo di Facebook: unire nel Social Network persone affette dalla stessa malattia. Ecco cosa accadrà.

facebook malatiFacebook conosce ormai ogni aspetto della nostra vita, sa chi sono i nostri amici, può capire ciò che ci piace e quali sono i nostri pensieri. In futuro Facebook si spingerà ancora più in là, essendo in grado di conoscere anche il nostro stato di salute. La tendenza di dare sempre più importanza alla salute è evidente nell’interesse mostrato dalle grandi aziende come Apple, Facebook e Google.

Le applicazioni per monitorare lo stato di salute sono sempre più numerose. E’ un dato di fatto, la salute attira l’attenzione di milioni di utenti. Le grandi aziende pertanto sono già all’opera nella realizzazione di servizi e applicazioni dedicate a questo argomento.

La conferma di questo arriva anche da una fonte menzionata da Reuters, che ha preferito mantenere l’anonimato.

L’idea di Facebook è proprio quella di creare una comunità di persone che soffrono della medesima malattia per potersi confrontare sul celebre Social Network. L’azienda ha già disposto l’incontro con decine di medici al fine di ideare nuove applicazioni dedicate all’argomento salute.

In passato Facebook inserì nella pagina degli utenti la possibilità di indicare la propria eventuale disponibilità alla donazione degli organi.

-------------
-------------

L’iniziativa fu coronata da un inaspettato successo, portando in poche ore oltre 13.000 nuovi iscritti. I ricercatori di Facebook hanno notato che chi è affetto da una malattia cronica è molto spesso portato a ricercare informazioni sui social network. Al momento restano da risolvere però alcune problematiche relative alla privacy, in quanto molti utenti preferirebbero restare anonimi, specie in relazione alla malattia.

La questione potrebbe dare il via ad altre polemiche e creare non poche difficoltà a Facebook. Il problema è stato spiegato in modo piuttosto chiaro da Frank Williams, responsabile di un’azienda che fornisce servizi software a chi opera nel settore sanitario, che ha detto: “Penso che Facebook  potrà avere buoni risultati se punterà sul benessere, ma credo che i malati gravi, come quelli colpiti da un tumore, non avranno molto tempo per queste cose… Le persone hanno bisogno di anonimato e rassicurazioni che i loro dati, i loro commenti non verranno condivisi con altre persone, pubblicitari o case farmaceutiche”.

Accantonando per un attimo le possibili implicazioni negative, l’iniziativa potrebbe rivelarsi veramente utile per tutte quelle persone che nell’affrontare una malattia vorrebbero avere il supporto di qualcuno che sta vivendo un’esperienza simile.

via: http://www.applezein.net/

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... benessere, facebook, malattia
diverticolite
Diverticolite: cosa è e come si manifesta?

Cos'è la divercolite, un'infiammazione intestinale molto spesso asintomatica  In questo articolo sarà trattata la diverticolite,...

Chiudi