Salone dell’Arte e del Restauro, quarta edizione a Firenze



Tutti gli eventi del quarto salone dell’arte e del restauro a Firenze

salone arte restauro firenze locandinaDal 13 al 15 novembre a Firenze, Fortezza da Basso, si terrà la quarta edizione del Salone dell’Arte e del Restauro, appuntamento da non perdere per tutti coloro che hanno a cuore la tutela e la conservazione del patrimonio artistico e culturale. All’evento con uno stand sarà presente anche il Mibac, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, che per l’occasione esporrà alcune opere d’arte che sono state restaurate a seguito dei danni gravi che sono stati riportati negli ultimi due forti terremoti che ci sono stati in Italia, quello dell’Aquila e quello dell’Emilia Romagna.

 


Per l’occasione in Sala Mibac il Ministero durante la tre giorni del Salone dell’Arte e del Restauro ha organizzato anche due incontri tecnici ed una giornata di studi come segue: giovedì 13 novembre 2014 dalle ore 12 alle ore 13 l’incontro tecnico ‘Dalla diagnostica alla conservazione: l’Autoritratto di Leonardo da Vinci all’ICRCPAL‘, e dalle 15 alle 16 l’incontro tecnico ‘Formazione: un investimento sicuro. La manutenzione delle opere nel Museo di Palazzo Ducale di Mantova’; venerdì 14 novembre 2014, dalle ore 10 alle ore 18, è prevista la giornata di studi su ‘Gli Archivi della Soprintendenza come fonte per la storia della tutela e del restauro‘.

Ed infine sabato 15 novembre 2014, dalle ore 15 alle ore 16, spazio all’incontro tecnicoIl recupero ed il restauro del materiale documentario alluvionato relativo all’archivio comunale ed all’archivio notarile di Aulla (Massa)‘ che è promosso da Soprintendenza Archivistica per la Toscana con Gabriela Todros, funzionario della Soprintendenza, in qualità di relatore.

Link: i programmi e gli orari degli eventi del quarto salone dell’arte e del restauro di Firenze

GD Star Rating
loading...
-------------
-------------

Un pensiero riguardo “Salone dell’Arte e del Restauro, quarta edizione a Firenze

  • 15 Novembre 2014 in 15:17
    Permalink

    L’immagine del volto sindonico, confrontato con l’autoritratto di Leonardo, anch’esso custodito a Torino, indicherebbe che Gesù e Leonardo da Vinci avrebbero avuto un volto somigliante verso il termine della vita, come l’ebbero Leonardo e Michelangelo, se guardiamo al ritratto del Buonarroti che ne fece da anziano Daniele da Volterra. Oltre ad avere un intelligenza simile nel metodo con Gesù, basata su giochi specchi, processi inclusivi, ricorsivi, i due grandi artisti verso il termine della loro vita avrebbero un volto tendente a quello di Gesù, che di fatto ha valenza archetipa. I santi hanno lo sguardo del Signore, i geni il volto. Questo sarebbe vero sia se la Sindone è vera reliquia sia se è un falso veritiero ad opera dell’arte di Leonardo. La Sindone come un quadro rinascimentale, (es. l’immagine della ferita al costato ricorda il volto del guerriero della Battaglia di Anghiari, ecc…). Le opere del rinascimento come icone. Cfr. ebook. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in firenze, opere artistiche
monna lisa quadro
Il quadro più famoso del mondo: Analisi de La Gioconda

Descrizione e spiegazione dell'opera La Gioconda di Leonardo Da Vinci, il dipinto più famoso del mondo....

Close