Scegliere un hosting e installare WordPress – istruzioni e manuali pdf gratis – AGGIORNAMENTO


wordpresswordpress installazione guida

 

Vediamo ora come installare WordPress.

Prima di tutto occorre scegliere un provider di Hosting, cioè acquistare un dominio del tipo www.nomesito.it (o .com o .net, o .org ecc. ecc.) e lo spazio web.

Dato che WordPress è un cms, occorre avere un database, per cui dovrete rivolgervi ad un hosting che vi dia SQL, un certo spazio, e una certa banda. Dunque escludete a priori hosting del tipo ‘tutto illimitato’, perchè non è compreso il database.

Sullo spazio io vi consiglio almeno due giga (se aggiungete una foto ad ogni articolo, o materiale come pdf ecc. lo spazio mano mano diminuirà e nell’arco di qualche anno si esaurirà), come banda almeno 10 giga mensili. Tenete conto che affidarsi a hosting troppo economici NON va bene. Ho avuto la scellerata idea di affidarmi a tophost per un altro mio blog. Non è che voglio fare cattiva pubblicità, ma tophost non è adatto per WordPress, anche se loro vi diranno il contrario. Tophost un server load che può arrivare a 120. Ripeto, 120. Senza entrare in dettagli tecnici, vuol dire che i tempi di caricamento del vostro sito possono essere lunghissimi, interminabili. Non so fino a che punto vi conviene, fate vobis. Rendetevi conto che uno dei parametri SEO che Google tiene in considerazione per valutare in che posizione un sito deve comparire nei risultati di ricerca, è proprio il tempo di caricamento di un sito. Un sito troppo lento da caricare è difficile che sta ai primi posti su Google.

Valutazioni, opinioni e recensioni di Hosting affidabili su misura per le vostre esigenze si possono trovare su forum come Hostingtalk.it. Tenete conto che la spesa minima assoluto per un hosting non scadente, adatto per WordPress, si aggira sulla quarantina di euro, ma è chiaro che se si vuole qualcosa si più performante (senza andare nel campo dei vps, ovviamente) si deve spendere qualcosa in più.

 

Una volta scelto il nome dominio, e scelto il servizio di hosting, siete pronti per iniziare l’installazione di WordPress.

Come si fa ad installare WordPress?

Su internet ci sono vari manuali su come installare WordPress, in fondo a questo articolo vi do qualche link.

Una volta acquistato il dominio, occorre entrare nel pannello di controllo del vostro spazio web, cercare l’icona ‘database’ o ‘aggiungi database’ e creare un database e un utente. Segnatevi con carta e penna:

1) il nome del database

2) il nome utente del database

3) la password di tale utente

4) il nome host MYSQL (in alcuni siti sarà sql.nomesito.it (o .com ecc.), in altri sarà localhost.

-------------
-------------

 

A questo punto, andate su http://www.wordpress-it.it/ , cliccate sull’immagine a fianco al titolo e scaricatevi l’ultima versione di WordPress in italiano.

Dezippate la cartella, trovate il file wp-config-sample.php, premete F2 e rinominatelo in wp-config.php.

Ora con il Blocco Note apritelo, trovate queste righe:

 

/** Il nome del database di WordPress */
define(‘DB_NAME’, ‘database_name_here’);

/** Nome utente del database MySQL */
define(‘DB_USER’, ‘username_here’);

/** Password del database MySQL */
define(‘DB_PASSWORD’, ‘password_here’);

/** Hostname MySQL  */
define(‘DB_HOST’, ‘localhost’);

 

Al posto di database_name_here dovete mettere il nome del database, al posto di username_here dovete mettere il nome utente, al posto di password_here dovete mettere la password, e al posto di localhost dovete mettere il nome host MYSQL (se è diverso da localhost).

Non togliete gli apicetti ‘ ‘ prima e dopo queste informazioni.

 

Poi dovete andare su https://api.wordpress.org/secret-key/1.1/salt/ : copiate ciò che vi appare su schermo (selezionate e fate CTRL+C) e incollate (CTRL+V) sul file wp-config.php, al posto di quelle di esempio.

 

A questo punto, dovete caricare tutti i file della cartella sul vostro spazio web, via ftp.

Digitate l’indirizzo del vostro sito e verrete catapultati ad una pagina in cui dovete scegliere un username e una password. Questi saranno i dati che vi serviranno per accedere al pannello di controllo WordPress. Fatto questo, praticamente avete finito l’installazione. Ora dovete prendere familiarità con le varie voci del pannello di controllo.

Per evitare di essere troppo prolissi, vi consiglio di andare a dare uno sguardo a questi manuali in Italiano su come utilizzare WordPress:

http://nosatispassion.altervista.org/pdf-guida-a-wordpress/

http://www.danieleimperi.it/risorse-web/guide/guida-a-wordpress-per-principianti/

GetBlog! – Gestire e Ottimizzare i Blog creati con WordPress

La seconda si riferisce ad una versione più vecchia di WordPress, ma è più completa della prima. Tutt’e tre sono guide valide per capire a fondo WordPress.

Aggiornamento maggio 2012. Segnalo altre due guide in inglese per gestire un blog WordPress, e per configurarlo al meglio, passo passo, con istruzioni che possono essere eseguite anche da principianti

https://openlibra.com/en/book/set-up-your-blog-with-wordpress

https://openlibra.com/en/book/build-your-own-wordpress-site


GD Star Rating
loading...

4 pensieri riguardo “Scegliere un hosting e installare WordPress – istruzioni e manuali pdf gratis – AGGIORNAMENTO

  • 23 novembre 2011 in 10:39
    Permalink

    A tuo avviso qual’è il miglior provider per appoggiare un blog wordpress. Il mio blog è ad uso amatoriale ed è stato appoggiato finora su splinder, attivo dal 2004. Prima avevo splinder.pro, poi negli ultimi anni mi ero limitata a splinder gratuito, appoggiando le foto su mio spazio web personale (che ho già). Vorrei però importare tutti i post e i commenti su nuovo blog e proseguirlo. Pensi che un hosting linux con mysql su aruba vada bene? O cosa mi consigli?
    Grazie.

    Risposta
    • 23 novembre 2011 in 13:41
      Permalink

      Quello che ti posso dire è innanzitutto un hosting che NON devi scegliere, ovvero tophost.
      http://www.tophost.it
      Ho provato per un periodo a mettere su un blog in wordpress su tophost e mi sono trovato malissimo, non ce la fa a sopportare il carico di lavoro (wordpress, e in generale i cms, richiedono tante interrogazioni al database) e il sito era un giorno sì e un giorno no offline. Mi sono trasferito dopo un mese, non ce la facevo più.

      Su netsons mi trovo bene, però costicchia, io ho l’hosting semidedicato, non ho esperienza sull’hosting più economico.
      http://www.netsons.com/hosting.html

      Su aruba ho esperienza per un sito statico, il database NON è compreso nel prezzo e devi prendere un pacchetto a parte.
      http://www.aruba.it

      Attualmente il mio blog è su vhosting
      http://www.vhosting-it.com/web-hosting-lowcost-web-hosting-c-39_59.html
      sono partito da un pacchetto molto economico, poi mi hanno contattato dallo staff consigliandomi un upgrade (dato che occupo molta banda, è un blog con molte fotogallery, e ho 1500 visitatori unici al giorno più o meno).
      Da sottolineare che però i server risiedono in Germania, e non in Italia, dunque qualche frazione di secondo in più di latenza c’è.

      Per finire, su un altro mio sito (statico), anch’esso discretamente visitato, ce l’ho su hostek
      http://hostek.it/hosting/index.asp
      Mi trovo abbastanza bene, ma sottolinea che un sito statico richiede MOOOOLTO meno carico sul server rispetto a siti realizzati con CMS (come WordPress, Joomla, ecc.).

      Ti ho detto veramente TUTTO ciò che so sugli hosting.
      PEr altre info, ti rimando ad un sito dove si parla SOLO di questo:
      http://www.hostingtalk.it

      Per chi ha un sitarello da mettere su un dominio gratuito (NON è il tuo caso) c’è un buon elenco di provider gratuiti:
      http://www.hostingtalk.it/forum/free-webhosting/80-elenco-free-hosting.html

      Spero ti sia utile questo commento, fammi sapere poi che provider hai scelto, ed eventualmente dimmi le tue impressioni. ;-)

  • Pingback: Template Wordpress gratis: elenco siti per il download temi wp free | download

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... cms, dominio, guida wordpress, guide, hosting, pdf, tophost
megaupload
Il sito Megaupload.net acquistato a 11000 dollari

Megaupload.net non ha nulla a che fare con il famoso sito megaupload.com  (chiuso dall'Fbi) creato...

Chiudi