Come superare il test di Medicina e Odontoiatria all’università



L’8 settembre sarà la data X per i test di ingresso delle facoltà di Medicina e Odontoiatria: ecco cosa si deve fare per iscriversi e per superarlo senza drammi e senza stress.

test facoltà medicinaSei un aspirante medico o dentista? Questo articolo è rivolto a te. Stiamo parlando di corsi universitari che danno titoli molto apprezzati nel mondo del lavoro, e dunque molto richiesti. E’ praticamente lapalissiano dunque dire che si tratta di corsi a numero chiuso, e dunque, chi è interessato ad accedervi, si deve metter a studiare in maniera seria. Tempo si ha, quindi bisogna prepararsi a superare il duro ostacolo della selezione. Qui di seguito non ci saranno rimedi miracolosi o le soluzioni del test, ci saranno dei consigli validi da seguire, se si vuole veramente superare questo scoglio enorme, laurearsi ed esercitare la professione di medico o odontoiatra.

La prima cosa da fare è quella di informarsi bene, perché farsi ammettere al test di ingresso di Medicina e Odontoiatria non è impossibile, anche se è difficile. Bisogna entrare nell’ottica di iniziare un viaggio lungo, un viaggio in solitaria, magari qualche amico o compagno di corso potrebbe far capolino, ma nonostante sia un viaggio duro, si deve essere sempre speranzosi di arrivare alla tanto sospirata meta.

Cosa si fa, quindi, prima di viaggiare, specialmente se si deve fare da soli? Semplice: ci si informa. Bisogna sapere bene le procedure esatte, per non trovarsi all’ultimo a dover fare tutto, oppure, a non riuscire a dare l’esame per una stupida mancanza democratica. Intanto, una cosa la si deve sapere: per iscriversi a Medicina e Odontoiatria si deve superare il test dell’8 settembre. Panico? Niente paura!

Prima di disperarsi, bisogna vedere come è fatto un test di Medicina e Odontoiatria: il sito giusto è alphatest.it, dove si possono visionare e scaricare i test più recenti. A tal proposito vi consigliamo questo link dove scaricare un ottimo ebook.

Da qui, si possono notare i cambiamenti e l‘evoluzione del test, ossia che da 60 domande si è passati a 80, le materie sono sempre le stesse, ma il peso di valutazione cambia. Per sapere il peso delle singole materie, basta scaricarsi il decreto ministeriale redatto direttamente dal MIUR, perché è questo organo che decide la prova in ogni suo aspetto, cioè come sarà il test, quanto tempo si avrà a disposizione e, cosa importantissima, il calcolo del punteggio. E’ importante sapere quanto vale una risposta esatta, se sono previste penalità per quelle lasciate in bianco o errate, e soprattutto di quanto. Perché servono queste informazioni? Mettiamo il caso che, nonostante ci si sia preparati per tempo, l’emozione giochi un brutto tiro e si hanno dei vuoti di memoria: meglio buttare a caso la risposta o lasciare in bianco? E’ meglio saperlo prima, prima di prendere a testate il muro quando si verrà a sapere di essersi giocati questa possibilità solo per non aver avuto voglia di farsi a mente un calcolo matematico.

-------------
-------------

Attenzione, che dopo il decreto ministeriale ne uscirà un secondo integrativo, per far conoscere alle varie università italiane il numero dei posti a concorso: ci si deve iscrivere al sito Universitaly.it, dove si troveranno altre informazioni, come l’orario, il luogo di convocazione e i documenti da portare con sé. Attenzione quindi a controllare la validità della carta di identità e di avere tutto in regola. Portare pure il bollettino con cui si saranno pagate le tasse di ammissione. La cifra è diversa per ogni facoltà.

Il test permette di concorrere per entrambi i corsi di laurea (Medicina e Odontoiatria), e sarà lo stesso giorno in tutte le università italiane. Se si vuole partecipare ad altri test di ammissione, si può farlo senza problemi, anche se si sta già frequentando l’università, ma non si deve essere iscritti a due corsi di laurea in contemporanea.

Vediamo alle cose pratiche, ossia, come studiare? Non esiste una regola precisa, ma si consiglia di iniziare con un manuale di teoria dove si cercheranno gli argomenti delle domande del test, poi un eserciziario con i vari quesiti e il commento die vari docenti. Lo step successivo sarà quello di cercare un libro di prove simulate, e di un quizzario, per fari gli autotest, ma anche per memorizzare le varie risposte.  Se questo non dovesse bastare, si può frequentare un corso di preparazione in base al livello. Un consiglio: quando ci si esercita a rispondere ai vari quiz, farlo tenendo sottomano un orologio, in modo da controllare quanto ci si mette a rispondere. Il test è a tempo limitato, quindi è bene allenare la mente a pensare in fretta.

Fondamentale ragionare sempre per obiettivi: se dopo 15 giorni di studio non si notano miglioramenti, vuol dire che bisogna cambiare qualcosina. Evitare di studiare la sera, allenarsi a tenere il tempo e abituarsi a ragionare in fretta e a valutare cosa fare ad ogni domanda.

Nulla è impossibile! Se si seguono questi consigli, si hanno grossissime probabilità di superare l’ostacolo!

GD Star Rating
loading...
-------------

-------------

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... alphatest, medicina, numero chiuso
Scoperto nuovo rimedio naturale per trattare l’Alzheimer: il muschio Huperzia

 Ecco come il muschio Huperzia può essere utile nel trattamento dell'Alzheimer Oltre alla medicina tradizionale,...

Chiudi