Dolfi, la lavatrice tascabile da viaggio



Dolfi permette di lavare i panni senza avere una lavatrice, con un piccolo sistema portatile ad ultrasuoni: ecco come funziona

dolfi lavatrice da viaggio
Da un pò di tempo su Indiegogo sta facendo molto rumore una campagna di crowdfunding che cambierà la vita di moltissime persone soprattutto dei single che abitano da soli e delle persone che viaggiano spesso per lavoro o per svago, si tratta di un progetto per la realizzazione di un innovativo macchinario chiamato Dolfi, una lavatrice tascabile da viaggio che funziona ad ultrasuoni.

L’idea è venuta ad un imprenditrice tedesca, Lena Solis, che si era stancata di perdere tempo cercando in lungo e in largo una lavanderia a gettoni durante le sue vacanze o di tornare a casa con la valigia piena di panni sporchi inevitabilmente mischiati con quelli puliti, da dover poi lavare tutti insieme con innumerevoli cicli di lavaggio; così ha ideato un piccolo marchingegno in grado di trasformare qualsiasi lavandino o contenitore per lavare la biancheria in una vera e propria lavatrice: per azionare il dispositivo basta un pò d’acqua e del detersivo, meglio se specifico per lavatrice e mentre voi fate ciò che più vi piace lui lava delicatamente i vostri panni.

La proposta è subito piaciuta a moltissime persone in tutto il mondo che hanno finanziato il progetto prenotando e acquistando un campione di Dolfi; ad oggi è stato ampiamente superato il budget necessario alla realizzazione del progetto e i primi pezzi saranno già consegnati in agosto.

 


Dolfi è molto semplice da trasportare in qualsiasi valigia o addirittura tasca, infatti pesa solo 300 grammi, è a forma di ciottolo e non è più grande di un comune smartphone; utilizzarlo è davvero semplicissimo: basta riempire un lavandino di acqua e detersivo per lavatrice, inserire nell’acqua i panni sporchi da lavare insieme al dispositivo, premere il pulsante di accensione e in circa mezz’ora questo straordinario apparecchio laverà tutti i panni eliminando sporco e odori senza che voi strofiniate i panni o tocchiate l’acqua; grazie agli ultrasuoni inoltre non altera i colori e rispetta le fibre anche dei tessuti più delicati.

L’unico inconveniente è che non si possono lavare più di uno o due chili di biancheria per volta e neanche inserire nel lavaggio grandi tessuti come asciugamani o lenzuola e tovaglie, inoltre bisogna risciacquare da soli i capi lavati. Altro aspetto positivo di Dolfi è che non fa rumore e consuma veramente poco: i suoi consumi sono stati stimati 80 volte inferiori a quelli di una lavatrice comune con un notevole risparmio sulla bolletta.

-------------
-------------

Gli ultrasuoni sono la vera rivoluzione di questo stupendo macchinario che si basa sul meccanismo della cavitazione: un trasduttore all’interno converte la corrente in onde sonore ad alta frequenza creando milioni di piccole bolle nell’acqua, che implodono su se stesse al contatto con i tessuti generando getti che mescolano acqua e detersivo che passano attraverso le fibre dei capi e ne tolgono lo sporco e i batteri senza dover strofinare; questo macchinario è particolarmente adatto ai tessuti delicati come cashmere e seta perché non rovina i tessuti e non fa disperdere il colore.

GD Star Rating
loading...
Dolfi, la lavatrice tascabile da viaggio, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in cavitazione, dolfi, indiegogo, lavare vestiti, lavatrice
risparmiare bolletta luce
Come consumare meno elettricità

Risparmiare sulla bolletta della luce, ecco come fare Se ogni volta che passate vicino la...

Close