Guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti: ecco 4 casi chiave



Oggi e domani torno a parlare, nel mio blog, la violazione al codice della strada (che costituisce illecito penale) più odiata dagli automobilisti : la guida in stato di ebbrezza, previsto dall'art. 186 del codice della strada.
In questo pdf (dal titolo "Conseguenze amministrative e penali del ritiro della patente: quattro situazioni esplicative") sono illustrate nel dettaglio e con parole semplici tutto ciò a cui va incontro chi viene sorpreso alla guida dopo aver bevuto alcool (in quantità superiori al limite di legge, ovvero 0,50 g/l) e/o dopo aver assunto droghe.
Domani, sempre su questo blog, parlerò invece della complessa e intricata procedura che deve subire chi viola l'art. 186 del codice della strada: una prassi infernale, costituita da prelievi di sangue, prelievi urine, visite oculistiche, visite psichiatriche, code a sportelli bancari e postali per riempire moduli ed effettuare pagamenti, revisioni di patente alla motorizz. civile.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro... alcool, droga
L’etilometro è inaffidabile. Ecco le prove dell’imprecisione dell’alcool test

L’etilometro? E’ uno strumento inaffidabile e non preciso. E non lo dice un pinco pallino...

Chiudi