Banche e social network, le statistiche


Social network per otto banche su dieci, quattro sono i canali preferiti

banche e social networkL’orizzonte è social pure per le banche che operano in Italia. In accordo con un’indagine che è stata realizzata dall’Associazione Bancaria Italiana in collaborazione con Kpmg Advisory, otto banche su dieci sono già sui canali social ma si sale a 9 su dieci considerando che il 7% del campione interpellato intende comunque farlo a breve.

I canali social preferiti dagli istituti di credito sono quattro, Facebook, Twitter, YouTube e LinkedIn per rafforzare l’immagine, le relazioni e la comunicazione, ma anche per lo sviluppo del business. Questo perché l’83% degli istituti interpellati ritiene che le conversazioni degli utenti sui social network si possano mettere in relazione con le decisioni di acquisto da parte dei clienti attuali come di quelli potenziali.

-------------
-------------

Gli istituti di credito vedono così come sempre più strategica la loro presenza sui social media, e non a caso l’83% delle banche ha definito per gli account attivi su Facebook, Twitter, YouTube e/o LinkedIn dei veri e propri piani editoriali.

Video:

Le banche sui social inseriscono foto, post e video, ma nel prossimo futuro su Facebook, Twitter, YouTube e LinkedIn per l’industria bancaria il prossimo step è rappresentato dalle iniziative di educazione finanziaria, dalla promozione sui social dei programmi di fidelizzazione, e dall’inserimento di sondaggi e ‘games‘. In questo modo le banche possono ascoltare e monitorare costantemente la Rete attraverso l’inserimento di contenuti sui social sia per anticipare le esigenze dei clienti, sia per prevenire l’insorgere di eventuali problemi.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... banca, facebook, linkedin, sondaggi, twitter
Cambio conto corrente: le banche non sono pronte, indagine Altroconsumo

Secondo Altroconsumo cambiare banca richiede troppo tempo, ecco i risultati dell'ultimo rapporto Per rendere il...

Chiudi