Come fare il cappuccino perfetto


Bevanda ristoratrice a metà tra latte e caffè, il cappuccino accompagna la vita degli italiani ed è un simbolo per chi visita il nostro Paese. Come si fa un cappuccino perfetto? Seguendo pochi passaggi.

cappuccino foto

Seconda bevanda in Italia più bevuta, dopo il caffè. E’ il cappuccino, frutto di un mix perfetto tra caffè e schiuma di latte, per una sostanziosa colazione, ma anche per una pausa durante lo stress di tutti i giorni. Esistono molte versioni che affiancano quella classica, da quella vegan fatta con latte di soia, a quella nuovissima fatta di ginseng. Gli estimatori del cappuccino non possono fare a meno di chiedere sempre quello perfetto, per questo le macchine espresso più moderne hanno l’apposita funzione, e l’industria di caffè internazionale si dà battaglia pubblicizzando e commercializzando le capsule per un cappuccino espresso. Ecco i segreti per ottenere un cappuccino perfetto.

Prima cosa da fare: un buon caffè. Scegliere una buona miscela va bene, ma bisogna utilizzare acqua di qualità. Per chi ha la macchina espresso, meglio usare quella in bottiglia, povera di sali minerali.

-------------
-------------

La temperatura della macchinetta del caffè deve arrivare tra gli 88 e i 90 gradi. Se si scende sotto questa temperatura, l’aroma del caffè sarà poco intenso, e la schiuma di latte poco densa.

Che latte utilizzare? Quello intero, rigorosamente fresco, perché ricco di più proteine e rende più corposa la schiuma. Montare il tutto in una lattiera in acciaio inossidabile con beccuccio: è l’ideale anche per fare delle decorazioni, perché la schiuma se fatta bene resta densa.

Come montare una crema perfetta: si deve mettere la parte finale del vaporizzatore all’interno del bricco, stano attenti ad immergerne solo mezzo centimetro per evitare schizzi. Si rotea la manopola del vapore al massimo e contemporaneamente si gira il bricco.

Il segreto per versare la schiuma nella tazza: prima di tutto, è meglio agitare il bricco, in modo da poter amalgamare parte liquida e schiuma, facendo riposare il tutto qualche secondo. Il modo migliore per non combinare pasticci sarebbe di inclinare leggermente la tazza con il caffè. La densità della crema, detta tessitura, deve essere alta un centimetro, non di più.

Un buon cappuccino si riconosce dal colore della crema del caffè espresso, dall’emulsione del latte e dalla tessitura di entrambi.

 

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... caffè, cappuccino
Il caffè per i senzatetto a Denver

A Denver esiste un locale dove si può bere un caffè e fare una buona...

Chiudi