Juicer o smoothie maker? Ecco come scegliere!


Guida a che elettrodomestico scegliere.  Ecco le principali caratteristiche dello smoothie maker e del juicer.

 Centrifughe succhi di frutta

La bella stagione è nell’aria e torna anche la voglia di bibite e succhi freschi, magari fatti in casa. La cosa migliore è comprare un elettrodomestico adatto a questo scopo, ma è meglio un juicer o uno smoothie maker?

Il juicer estrae il succo sia dalla frutta, ma anche dalla verdura: non si deve fare altro che inserire il tutto nell’apposita bocchetta e l’elettrodomestico separa  fibre e succo. Il liquido ottenuto non ha nulla a che fare con i succhi del supermercato, in quanto ricco di vitamine, enzimi e sali minerali. Lo smoothie makers funziona come un frullatore, ma con la piccola differenza che hanno lame e contenitore più resistenti per triturare verdura, frutta, ghiaccio e simili.

Centrifughe e smoothies sono due bevande molto adatte all’estate, perché sono indicatissime per apportare all’organismo i benefici della frutta e della verdura in un solo bicchiere, ma mentre la centrifuga viene preparata usando un juicer con solo ed esclusivamente frutta e verdura, intera o tagliata (non si deve aggiungere acqua), mentre lo smoothie è l’equivalente di un frullato, in quanto si aggiunge acqua (o succo di arancia o latte di cocco) e ghiaccio: inconfondibile la sua consistenza cremosa, ma in maniera naturale grazie alla fibra vegetale ridotta in microscopica poltiglia oltre a tutti i benefici della frutta e verdura fresca.

Alcuni aggiungono degli integratori in polvere, oppure fanno questa bevanda con lo yogurt, ma lo smoothie è nato come “frullato vegano”, proprio in alternativa ai frullati tradizionali e ai frappè.

-------------
-------------

I vantaggi di entrambi gli elettrodomestici sono lampanti: prima di tutto, si può seguire la “dieta dei 5 colori” tanto raccomandata semplicemente preparando uno smoothie o una centrifuga, si possono scegliere liberamente che tipo di frutta e verdura centrifugare o trasformare in smoothie.

Se si usa il juicer, la fibra resta nell’elettrodomestico, mentre il succo nel bicchiere. Questo è anche uno svantaggio per quanto riguarda il juicer, perché per preparare un bicchiere di succo ci vuole tanta frutta (o verdura). Ovviamente, dipende anche dal modello, ma le parti di scarto sono difficili da togliere quando si vuole fare una pulizia profonda se non smontando letteralmente tutto l’elettrodomestico, e inoltre, spesso ci si ritrova con tanto scarto da buttare e poco succo. C’è da segnalare anche che con la frutta morbida tipo le banane o le fragole, è difficile estrarre il succo, e non si possono fare aggiunte, al contrario dello smoothie maker.

Inoltre un juicer è un elettrodomestico abbastanza ingombrante, a differenza di uno smoothie maker che ha le dimensioni di un piccolo frullatore, con cui oltre agli smoothies si possono preparare creme e vellutate. Esso, oltre a frullare anche la fibra dei vegetali, può triturare ghiaccio, frutta morbida e frutta secca senza problemi, ma anch’esso ha lo svantaggio di essere un elettrodomestico poco richiesto (sostituito dai frullatori o dal Nutribullet) e quelli disponibili sono molto costosi, mentre due svantaggi importanti sono che la consistenza non permette alla bevanda di versarsi velocemente, oltre alla difficoltà di effettuare una pulizia profonda.

Cosa scegliere, quindi? Dipende come si ama bere, perché entrambi sono utili per far “bere” la frutta e la verdura anche a chi di solito li rifiuta, come i bambini. Qualora si sia orientati verso un juicer, meglio sceglierlo a velocità ridotta di 40 giri, in modo che i vegetali non si scaldino e lo scarto di fibra venga ridotto.

GD Star Rating
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... elettrodomestici, juicer, smoothie maker
ecodyger
Rifiuti organici trasformati in fertilizzanti? Si può con Ecodyger

Ecodyger, l'elettrodomestico che trasforma i rifiuti in compost. Ecco come funziona Ecodyger è il nome...

Chiudi