Natale 2016 a tavola, risparmiare è la parola d’ordine secondo Adoc

Acquisti alimentari per pranzo e cene delle feste di Natale, i consigli dell’associazione Adoc

babbo natale tavola

Per il Natale 2016 a tavola gli italiani punteranno più sulla qualità e sulla tradizione, e meno sulla quantità. E’ questa la previsione dell’Adoc che, in particolare, stima per il Natale 2016 una contrazione della spesa per gli alimentari pari al 7%. In termini monetari le famiglie per i cenoni sotto le feste spenderanno in media 205 euro con un calo anno su anno pari proprio al 7% a fronte però di una crescita del cibo made in Italy.

-------------
-------------

L‘Associazione dei Consumatori, infatti, stima che per i consumi di prodotti regionali e locali a Natale 2016 ci sarà una crescita pari al 20%, mentre per quel che riguarda l’andamento dei prezzi si registrano aumenti per i prodotti tipici, dal panettone con un +4,3% rispetto al Natale 2015, al torrone (+1,2%) e passando per un aumento medio del 3,3% per i prezzi del pandoro.

Per orientarsi nell‘acquisto di prodotti tipici, ed anche per evitare gli sprechi alimentari sotto le feste, l’Adoc ha predisposto, nell’ambito della campagna informativa denominata ‘Attenti al Pacco’, un apposito vademecum.

-------------

-------------

Nel dettaglio, il vademecum nella prima parte spiega, con un decalogo, come evitare gli sprechi, mentre nella seconda parte vengono forniti tutta una serie di consigli utili per gli acquisti degli alimenti tipici sotto le feste di Natale, dal panettone al torrone e passando per il cotechino, per la frutta secca, per spumante e champagne. Ed ancora consigli per gli acquisti di caviale, funghi, salumi, carne per gli arrosti, pane, grissini, carciofi e capitone.

GD Star Rating
loading...